Guida sicura: 3 consigli degli esperti

2205 0
2205 0

Avere sempre il controllo della propria autovettura è più facile se si conoscono le giuste indicazioni. Di seguito 3 consigli forniti dagli esperti per una guida sicura.

La velocità

La nostra carrellata di suggerimenti non poteva che aprirsi con la velocità. È di gran lunga la prima causa di incidenti gravi. Ma guida sicura non equivale ad andare piano. Ciò che conta è capire qual è la velocità che vi permette di avere il pieno controllo della vettura anche qualora si verificassero circostanze impreviste o eventi meteorologici intensi.

Innanzitutto, occorre evitare di accelerare e frenare bruscamente. Si può andare anche molto veloce (purché nei limiti) e non correre alcun rischio. È importante dare gas gradualmente per evitare slittamenti o pattinamenti causati da accelerazioni eccessive.

Fondamentale è utilizzare un regime del motore regolare. Partire con accortezza, lanciare progressivamente il veicolo lasciando “sfogare” ogni marcia fino a quando il motore non vi “chiede” di salire, tenere quelle alte solo se il mezzo viene spinto agevolmente. Altrimenti, passare subito a quella più bassa, prima che la macchina si imballi e rischi di spegnersi sotto.

Lo stesso metro deve essere applicato per le frenate. È inutile accelerare bruscamente se si avvicina una curva dove sappiamo già che dovremo spingere sul freno. Oltretutto si tratta di uno stile di guida molto dispendioso, oltre che pericoloso. Ma anche tenere un’andatura troppo lenta è sbagliato. Marciare troppo piano in autostrada può provocare incidenti allo stesso modo di quanto non avvenga a velocità elevate.

Gli accorgimenti preliminari

Molto della nostra sicurezza alla guida lo facciamo prima di accendere il motore. È importante avere una postazione alla guida che sia naturale e rilassata, ma non distratta. Evitate di avere le braccia troppo distese perché farebbero diminuire la sensibilità di guida. Anche il poggiatesta va regolato adeguatamente per non incorrere in conseguenze gravi in caso di incidenti.

Deve arrivare sempre almeno 2 o 3 centimetri più in alto della testa. Mai staccare le auto dal volante per aggeggiare con oggetti (in primis il telefonino), mangiare, giocare con i bambini. Molti sono soliti tenere la mano fissa sul cambio, ma non è una consuetudine opportuno (oltre che vietata dal Codice della strada). Inutile dire che bisogna allacciare la cintura di sicurezza e utilizzare l’apposito sedile per i bambini.

Il meteo

Terzo fattore per una guida sicura (ma non per importanza) sono le condizioni meteo. Guidare con la pioggia o con la neve richiede evidentemente maggiore attenzione. L’aderenza degli pneumatici all’asfalto in questi frangenti precipita bruscamente.

Occorre pertanto moderare decisamente la velocità di marcia, non frenare all’improvviso, azionare i tergicristalli a velocità adeguata alla intensità delle precipitazioni, tenere sempre il parabrezza pulito grazie all’apposito dispositivo di riscaldamento.

Occhio al cosiddetto aquaplaning, fenomeno che determina il “galleggiamento” del veicolo sulle pozzanghere più ampie. Esso si verifica solo quando i mezzi viaggiano a velocità elevate. Bisogna ricordarsi che in quei momenti gli pneumatici non toccano l’asfalto e dunque occorre decelerare, non frenare e non agitarsi sterzando inutilmente.

Se ci si trova a guidare durante una nevicata o su neve già depositata sull’asfalto, l’importante è evitare categoricamente accelerate improvvise e brusche frenate, seguire la parte più interna della corsia di competenza, utilizzare il freno motore per decelerare.

Ultima modifica: 18 Ottobre 2022