Multa per freccia rotta: quanto costa

13113 0
13113 0

Le frecce delle nostre vetture, così come quelle delle nostre moto, hanno un ruolo fondamentale durante la guida, poiché consentono di comunicare agli altri autisti le direzioni che intendiamo prendere, e se azionate al momento giusto aiutano anche ad evitare il rischio di tamponamenti e di incidenti nettamente più gravi. Fanno parte, infatti, di quegli strumenti che aiutano al mantenimento della sicurezza sulle strade. Certo, vi sono automobilisti che molto spesso non ricordano neanche della loro esistenza e preferiscono farne a meno, ma le frecce hanno una così grande importanza da essere in grado di salvarci la vita. Ma se i loro componenti, o le luci che ne indicano l’uso, dovessero non funzionare più? Cosa accadrebbe? E se non aveste avuto tempo di rimediare al problema e veniste fermati dalle forze dell’ordine? Semplice la risposta: vi ritrovereste ad incorrere in una multa! E sarebbe anche parecchio salata!

Il Ministero dell’interno, in merito alla sicurezza stradale, ha indetto una vera e propria normativa di legge con la stesura dell’articolo 79 del Codice Stradale, secondo il quale viene sostenuto che sia l’automobilista stesso ad avere la piena responsabilità del giusto funzionamento di tutte le componenti della propria vettura, siano esse meccaniche e/o anche elettroniche. Inoltre, il guidatore stesso è anche tenuto a pagare una penale, in vista della violazione degli obblighi da rispettare su quanto esplica la normativa di legge.

L’avere gli indicatori di direzione rotti rappresenta un rischio non soltanto per se stessi e per la propria guida, ma anche per quella altrui, specie se in zone quali l’autostrada, superstrada o nel centro città. Il loro mancato funzionamento, però, può dipendere da diverse cause. Molto spesso la colpa è semplicemente da attribuire alle lampadine, non più efficienti come la prima volta che sono state cambiate, e la cosa più semplice da fare, in questo caso, è cambiarle. Tuttavia, delle volte il problema è più complesso, poiché la causa del mancato funzionamento può essere dovuta ai fusibili mal funzionanti. Bisogna, perciò, controllare il loro stato, o farlo controllare ad un meccanico, e sostituirli con altri decisamente più nuovi.

Nel caso in cui le Forze dell’Ordine dovessero sorprendervi prima che voi possiate risolvere questo problema, vi ritroverete a pagare una multa che parte da un minimo di 85€ e può raggiungere soglie di ben 335€, come riportato, difatti, nel comma 13 dell’inerente articolo 72 del Codice della Strada.

Non vi resta che fare molta attenzione. Occhio alle frecce!

Ultima modifica: 22 Agosto 2018