Fusibili auto: cosa sono e come cambiarli

88152 0
88152 0

I fusibili auto ci salvaguardano da danni più pesanti e la loro manutenzione è importante, ai fini di una vita lunga ed efficiente dell’auto.

I fusibili sono una parte nascosta delle nostre auto, quella parte che garantisce però il funzionamento di numerosi dispositivi, talvolta realmente essenziali all’auto stessa. La mancanza di uno di essi rende alcune operazioni impossibili ma, nonostante la loro importanza, hanno costi di manutenzione ridotti.

Che cosa sono fusibili auto

 

Ma viene da chiedersi: cosa sono i fusibili auto e che funzioni svolgono?

Dunque i fusibili auto sono dei piccoli supporti in plastica rettangolari e sottili, che inglobano al loro interno un collegamento elettrico basato su di un filamento, talvolta sottile. Alla base degli stessi troviamo due lamelle in metallo atte a creare il collegamento. La loro funzione è piuttosto semplice quanto efficace, creano un collegamento elettrico, stabilito in base alla loro posizione e il loro compito principale è quello di salvaguardare l’esistenza del circuito principale stesso, sacrificandosi in caso di una possibile scarica elettrica di tensione più elevata del necessario.

Il sottile filamento, una volta  ricevuta una sollecitazione elettrica più potente del dovuto, non regge e si spezza, salvando così in maniera evidente la sede destinataria della scarica, interrompendo di fatto il passaggio dell’elettricità.

Poniamo qualche esempio pratico: a tutti sarà capitato almeno una volta nella vita di rimanere con la batteria a terra. Provare a collegare un’altra batteria con i cavi è uno dei primi rimedi, ma bisogna stare molto attenti a collegare bene i poli, positivo con positivo e viceversa. In caso contrario il danno all’auto sarebbe ben superiore che il costo di una batteria nuova. Un fusibile posto a salvaguardia del circuito, nel caso in cui vengano distrattamente collegati i poli delle batterie in maniera errata, si spezza immediatamente nel suo filamento interrompendo ogni passaggio di elettricità e, di fatto, scongiurando danni ben più ingenti.

Tipi

 

I fusibili non sono tutti uguali, partiamo da questo presupposto. In sede di omologazione dentro ad ogni auto viene testato ogni fusibile affinché sia quello corretto. Ma da cosa distinguiamo le varie tipologie di fusibile? Da due elementi fondamentali che sono: il colore ed il punto di fusione, espresso tramite un numero stampato sul dorso (ampere).

Va da sé che utilizzare ad un determinato scopo un fusibile sovradimensionato o sottodimensionato non va bene e non fa bene alla nostra auto.

Richiamando l’esempio della batteria scarica di cui sopra, un fusibile sovradimensionato rispetto all’originale creerebbe un danno ingente all’auto perché più ‘resistente’; un esempio di fusibile sottodimensionato è dato dal tergicristalli della nostra auto. Le batterie, si sa, non emanano sempre una intensità di corrente regolare, un fusibile troppo ‘delicato’ è molto probabile che non ci permetterebbe di togliere la pioggia dai nostri vetri per più di 3 minuti consecutivi. Si potrebbero approntare numerosi esempi a scopo chiarificatore, ma quello che è importante è capire che ogni fusibile possiede uno scopo di salvaguardia ben preciso e, come tale, quello scopo può essere soddisfatto solo da un apparecchio assolutamente identico.

Dove comprarli e costo

 

Qui si apre una parentesi davvero importante: dove si comprano i fusibili. Su due piedi si potrebbe dire che non c’è che l’imbarazzo della scelta, si trovano praticamente quasi ovunque.

Iniziamo dalla tanta battutissima rete internet. L’offerta sul web è piena zeppa di possibilità, più o meno convenienti, per acquistare qualsiasi tipologia di ricambio per la nostra auto, a cominciare dai fusibili. Si trovano davvero offerte convenienti sia per pezzi singoli che per confezioni multiple. La cosa fondamentale, prima di tutto, è capire di quali fusibili abbiamo bisogno e per questo ci può dare una grossa mano il libretto di uso e manutenzione della  nostra auto che ci rivela per filo e per segno quanti fusibili sono montati sulla nostra auto e di quale tipologia (il già citato amperaggio o punto di fusione).

Ma non solo sulla rete possiamo reperire i fusibili a cui siamo interessati; i negozi di ricambi anche piccoli, sono assolutamente all’altezza di fornirci ogni tipo di fusibile che stiamo cercando. Da qualche anno un buon punto di approvvigionamento sono i negozi di fai da te e gli ipermercati, sempre forniti di accessori per auto. Sono un buon punto d’appoggio anche per altri ricambi di consumo come oli, lampadine o gomme in offerta.

Per quello che riguarda i costi si è già detto che i fusibili svolgono una funzione importante e costano poco. Il loro costo effettivo, volendo fare una media di mercato, va dai 15 centesimi di euro ad un massimo di 50 centesimi di euro per ogni pezzo. Il prezzo unitario sale in funzione della ‘potenza’. Offerte a pacchetto di fusibili in serie hanno costi ancora più convenienti.

Come cambiarli

 

Prima di tutto bisogna capire quando un fusibile ha esaurito il suo ciclo vitale e va cambiato. Ovviamente siamo liberissimi di rivolgerci al nostro elettrauto di fiducia per far controllare i fusibili della nostra auto ma, con un po’ di pazienza possiamo capire come fare ed imparare ad ottemperare a piccole situazioni di emergenza.

Consultiamo il libretto di uso e manutenzione della nostra auto per individuare quella che viene definita la ‘scatola dei fusibili‘ (generalmente posta sotto lo sterzo sul lato sinistro del cruscotto basso). Sempre il libretto ci indicherà con esattezza la posizione del fusibile che ci interessa trovare (ad esempio ci dirà che il fusibile relativo all’accendisigari è posizionato al numero 23).

Cosa molto importante è capire se il fusibile è davvero da sostituire. Capirlo è abbastanza semplice, basta osservare con attenzione il filamento, un fusibile esaurito presenta il filamento spezzato. Un buon consiglio è quello di sostituire il fusibile in ogni caso quando il circuito presenta delle anomalie di funzionamento. Talvolta il malfunzionamento è dovuto ad un fusibile che sta per fondere il filamento.

In sede di approvvigionamento di ricambi, è bene controllare di avere come scorta almeno 2 esemplari per ogni fusibile presente dentro alla scatola (è chiaro che vi sono fusibili con un amperaggio che assolve a diverse funzioni, moltiplichiamoli di conseguenza), allo scopo di poter tamponare a qualsiasi problema.

Ultima modifica: 25 Luglio 2017