Il Vaticano a zero emissioni entro il 2050: lo promette Papa Francesco

2175 0
2175 0

In un videomessaggio all’High Level Virtual Climate Ambition Summit, evento organizzato dalle Nazioni Unite, con Francia, Gran Bretagna, Cile e Italia, Papa Francesco ha per l’ennesima volta spiegato l’importanza di un impegno collettivo verso la sostenibilità ambientale. In questo contesto ha anche elencato una serie di iniziative promosse dalla Santa Sede per contribuire a raggiungere l’obiettivo di eliminare completamente le emissioni di CO2 entro il 2050.

“L’attuale pandemia e il cambiamento climatico, che non hanno solo rilevanza ambientale ma anche etica, sociale, economica e politica, incidono soprattutto nella vita dei più poveri e fragili”. Per questo si rende necessaria una strategia “per ridurre a zero le emissioni nette”, ha continuato Francesco.

La Citta del Vaticano, dunque, sta mettendo in campo tutta una serie di iniziative dedicate proprio a ridurre il proprio impatto sull’ambiente. Dai pannelli solari installati già nel 2008, al divieto di usare sacchetti monouso dello scorso anno, fino al progetto di sostituire tutto il parco veicoli a combustione interna della Città del Vaticano con mezzi elettrici o ibridi.

Le parole di Papa Francesco non sorprendono, poiché fanno seguito all’enciclica Laudato Si’ del 2015 dello stesso pontefice, nella quale, fra le altre cose, si esprimeva proprio l’esigenza di proteggere la natura, messa a rischio dall’opera sbagliata dell’uomo.

Ultima modifica: 13 Dicembre 2020