Sospensione della patente se si usa il cellulare in auto già dalla prima violazione

3298 0
3298 0

Incidenti gravissimi dovuto a un uso indiscriminato dello smartphone mentre si guida. Sono sempre di più, purtroppo, le disattenzioni da cellulare che causano sinistri gravi sulle strade italiane e proprio per questo, Santo Puccia, primo dirigente della Polizia stradale, in audizione alla commissione Trasporti della Camera, ha chiesto al Governo di legiferare in merito, proponendo la sospensione della patente già dalla prima violazione.

COSA DICE LA LEGGE SULL’USO DEL CELLULARE ALLA GUIDA
La legge italiana disciplina l’utilizzo del cellulare mentre si guida con l’articolo 173 del Codice della Strada. In questo articolo si sancisce che – mentre si guida – è consentito fare o ricevere telefonate soltanto con vivavoce o mediante l’utilizzo dell’auricolare. È vietato utilizzare lo smartphone per tutte le azioni che comportino il distrarre lo sguardo dalla strada, quindi mandare messaggi o consultare i social network. Le sanzioni attualmente previste variano dai 160 ai 646 euro, con la decurtazione, inoltre di 5 punti patente.

QUANDO È PREVISTA LA SOSPENSIONE DELLA PATENTE
L’articolo 173 del Codice della Strada prevede l’inasprimento della pena se l’utilizzo del cellulare alla guida in maniera indiscriminata viene rilevato per due volte nel corso di due anni. In questo caso scatta immediata la sospensione della patente da uno a tre mesi.

LA NUOVA PROPOSTA PER SOSPENDERE IMMEDIATAMENTE LA PATENTE
La proposta del dirigente della Polizia di Stato, al vaglio della commissione Trasporti della Camera dei Deputati, è quella di procedere alla sospensione della patente già alla prima violazione. Questo inasprimento della pena dovrebbe in qualche modo disincentivare l’utilizzo improprio del cellulare mentre si è alla guida. Le statistiche della Polizia di Stato giudicano la legge attualmente in vigore troppo “morbida” con la sospensione non immediata della patente, che non è un deterrente sufficiente per mettere fine a questa pericolosa pratica.

UNA RIVOLUZIONE PER LA SICUREZZA
Sospendere la patente alla prima violazione, sempre secondo quanto affermato nella proposta del dirigente della Polizia di Stato, potrebbe essere una piccola rivoluzione in fatto di sicurezza, proprio come lo è stata, nel 2003, la patente a punti.

Ultima modifica: 27 Febbraio 2019