Automotoretrò, made in Italy al top tra le auto storiche

130 0
130 0

Automotoretrò e il made in Italy.  Un patrimonio, quello delle auto storiche in Italia che vale il 5,4% del PIL, pari a 104 miliardi di euro. Un dato che, da solo, testimonia l’importanza di un mercato e settore che interessa e appassiona sempre di più gli italiani: sono infatti 4,3 milioni i veicoli nel nostro Paese che hanno valore storico e collezionistico, come documenta il primo Rapporto sul mondo delle auto storiche realizzato dalla Fondazione Filippo Caracciolo, il centro studi dell’ACI.

Un comparto vivace, con importanti ricadute non solo sulla filiera dell’auto, ma anche del turismo, delle fiere e delle mostre, che coinvolgono numerosi appassionati, il 62% dei quali possiede una vettura storica. Un pubblico di collezionisti, anche giovane, che spende ogni anno 5,2 miliardi di euro per il mantenimento delle auto storiche e altri due miliardi per partecipare a manifestazioni ed eventi di motorismo storico.

Sono temi e spunti che saranno analizzati in occasione della nuova edizione di Automotoretrò (2 e 3 marzo a Fiere di Parma) con uno speciale talk che vedrà, tra gli altri, la partecipazione di alcuni rappresentanti di brand iconici del nostro automobilismo, come Ferrari, Lamborghini e Maserati.

L’auto parla Italiano: storia, passione e opportunità d’investimento si terrà il 2 marzo alle 17 nel padiglione 2, moderato dal direttore di ACI Radio Pierluigi Bonora, e vedrà gli interventi di Cristiano Bolzoni (Responsabile Maserati Classiche), Giuliano Cassataro (Automobili Lamborghini Head of Service, Polo Storico & Clubs), Marco Di Pietro (Consulente di ACI Storico, giornalista) Marco Makaus (Esperto in auto d’epoca e organizzatore di eventi) e Fabio Menegon (Sales manager Ferrari Classiche).

Auto Automotoretrò con Automotoracing dal 9 al 12 febbraio 2023

Automotoretrò, cosa vedere

Motorismo storico dove i brand del made in Italy giocano un ruolo da protagonisti. Le case automobilistiche italiane saranno infatti tra le grandi protagoniste degli oltre 30mila metri quadrati di Automotoretrò, che ha dedicato loro una serie di sezioni tematiche.

Nell’area Lancia (60 anni dalla strada alle corse , 1934 – 1994) si potranno ammirare la Delta Integrale Evo 2, modello unico allestita per Giovanni Agnelli. E poi Aurelia, Flavia, Fulvia, Beta, Stratos, Thema, 037. E ancora l’Astura Berlina che vinse il 1° Giro Automobilistico d’Italia.

I 110 anni di Maserati saranno celebrati con la presenza di alcuni modelli storici del brand, come la Presidenziale Quattroporte Terza Serie AM330 4.9, l’auto preferita dal Presidente della Repubblica Sandro Pertini, e la meravigliosa Ghibli Spyder giallo modena, fresca di restauro e certificazione di Maserati Classiche.

Sarà presente anche l’iconica Ferrari Testarossa (1984 – 2024), che compie 40 anni. Il meraviglioso design di Pininfarina ancora affascina con le sue linee seducenti e filanti, rendendola una delle più belle Ferrari mai prodotte, grazie al suo poderoso 12 cilindri boxer di 5.000 centimetri cubici. Grande protagonista dell’area tematica sarà la Ferrari 330 GT 2+2 appartenuta al Drake di Maranello. Una vettura in condizioni immacolate, grazie all’accurato restauro effettuato dal reparto Ferrari Classiche della casa di Maranello. E infine una stupenda Fiat 130 Coupe anch’essa fresca di restauro, l’auto preferita da Giovanni Agnelli, caratterizzata dall’eleganza delle linee, frutto della matita di Paolo Martin per Pininfarina.

Automotoretrò si svolgerà insieme a Mercanteinfiera (2-10 marzo), il salone che rimane, con 1.000 presenze espositive e oltre 50 mila ingressi a edizione, un punto di riferimento per il mondo dell’antiquariato, del modernariato e del design d’autore.

Automotoretrò 2024

  • Dove – Fiere di Parma – Viale delle Esposizioni 393/a
  • Quando – 2-3 marzo 2024 (1° marzo anteprima del salone riservata agli operatori)
  • Prezzo – Euro 15 in cassa e Euro 12 on line (il prezzo è comprensivo di ingresso a Mercanteinfiera)
  • Orari per il pubblico – dalle ore 10 alle ore 19

Leggi ora: le novità auto

Ultima modifica: 29 Febbraio 2024