Toyota realizzerà per l’Europa la citycar a benzina erede di Aygo

2031 0
2031 0

Toyota tiene duro e non molla il segmento A, quello delle citycar. Aygo avrà una erede, forse non con lo stesso nome, ma con stazza simile, intorno ai 3,4 – 3,5 metri di lunghezza.

Volkswagen up!, Seat mii e Skoda Citigo molto probabilmente non avranno eredi. Al pari di Citroen C1 e Peugeot 108. A contrastare la regina della categoria, la Fiat Panda, ci sarà la nuova Toyota.

Realizzata sulla piattaforma TNGA-B (o GA-B, se preferite) quella di Toyota Yaris, fresca auto dell’anno 2021 (qui la prova su strada di QN Motori).

Ovviamente l’architettura sarà accorciata per le dimensioni minori della prossima citycar. Che avrà il motore a benzina 1.0 a tre cilindri. Ovvero la soluzione più economica, semplice e pratica possibile.

Perché Toyota rimane nelle “piccolissime”

Per un motivo molto semplice. Economie di scala: con la piattaforma TNGA-B sono realizzate Yaris e Yaris Cross. Con la nuova citycar la produzione di modelli sulla scocca dedicata alle “piccole” arriverà a 500.000 auto l’anno, consentendo di contenere le spese e avere margini.

Sarà assemblata nell’impianto di Toyota nella Repubblica CecaKolìn. Dovrebbe proporre una superiore abitabilità interna, un bagagliaio leggermente più capiente e dettagli esterni da crossover, pur rimanendo un modello esclusivamente stradale.

 

Leggi anche: Toyota RAV4 ibrida plug-in, la prova di QN Motori

Ultima modifica: 4 Marzo 2021

In questo articolo