Lamborghini 2022, un anno di record assoluti

69 0
69 0

Lamborghini 2022, l’anno d’oro, ancora una volta. I dodici mesi appena trascorsi sono stati per la Casa di Sant’Agata Bolognese pieni di traguardi e di riconoscimenti che segnano la costante crescita dell’azienda, frutto di un percorso e di una strategia che, numeri alla mano, si dimostra vincente.

Lamborghini 2022, uno scatto eccezionale

Lamborghini continua a confermare le tendenze positive dopo l’inevitabile impatto dovuto alla pandemia, che ha coinvolto quasi tutti i settori. Da due anni, infatti, l’azienda di Sant’Agata Bolognese prosegue nella sua crescita straordinaria non solo in termini di vendite, ma anche dai riconoscimenti e dalle certificazioni ottenute, che dimostrano l’attenzione di Lamborghini ai vari contesti nei quali opera, dalla sostenibilità alle risorse umane.

In termini di numeri, Lamborghini continua ad infrangere record e, anche nel 2022, fa registrare i migliori dati di sempre per quanto riguarda le vendite. Sono infatti 9.233 le vetture consegnate in tutto il mondo, con un incremento del 10% rispetto all’anno precedente.

Le parole di Stephan Winkelmann, Chairman e CEO di Automobili Lamborghini

Continua il nostro trend di crescita e di sviluppo. Questo dimostra che la nostra direzione è solida e le nostre scelte vincenti. Si tratta del frutto di valutazioni collettive ben definite in grado di produrre risultati coerenti e concreti. Siamo stati in grado di gestire in maniera accurata e meticolosa una raccolta ordini straordinaria, perseguendo una chiara strategia che ha come obbiettivo primario il mantenimento di una crescita controllata a tutela dell’esclusività del nostro brand”.

“Il 2023 rappresenterà un anno ricco di sfide e di cambiamenti che siamo pronti ad affrontare spingendoci sempre oltre. Abbiamo infine la possibilità di concentrarci sui prossimi obbiettivi anche grazie ad una lista d’attesa di 18 mesi che ci permette di guardare al futuro e ai prossimi traguardi con serenità”.

Questo percorso vedrà un’ulteriore accelerazione nel 2023, quando verranno prodotte le prime vetture ibride e si entrerà nella seconda fase del programma Direzione Cor Tauri, un percorso strategico inaugurato nel 2021 che prevede il più alto investimento di sempre nella storia dell’azienda (1,8 miliardi di euro in cinque anni) volto alla transizione ibrida e, successivamente, a quella elettrica.

In tutte le macroregioni il segno è stato nettamente positivo mantenendo una distribuzione omogenea e coerente con l’Asia che ha registrato un +14%, seguita dall’America con un +10% e infine EMEA con un +7% rispetto al 2021. Le vendite, in quasi tutti i mercati chiave, hanno battuto ogni record. Questo è stato anche grazie all’elevata reputazione che il brand gode a livello internazionale con un numero di concessionari che sono passati da 173 a 180 in un solo anno e sono presenti in 53 paesi diversi.

USA al top

Gli Stati Uniti si confermano al primo posto in assoluto (2721 vetture consegnate, +10% rispetto all’anno precedente), seguiti da Chinese Mainland, Hong Kong & Macao (1018 vetture consegnate, +9% rispetto all’anno precedente), dalla Germania (808 vetture consegnate, +14% rispetto all’anno precedente), dal Regno Unito (650 vetture consegnate, +15% rispetto all’anno precedente) e dal Giappone (546 vetture consegnate, +22% rispetto all’anno precedente).

Lamborghini 2022, come sono andate le vendite delle supercar

Per quanto riguarda i modelli, si conferma il successo del Super SUV Urus (5.367 modelli consegnati, +7% rispetto al 2021), seguito da un importante incremento di Huracán (3113 modelli consegnati, +20% rispetto al 2021) e Aventador con 753 modelli consegnati raggiungendo il termine della sua produzione a settembre 2022.

In termini di prodotto, il 2022, è stato un anno ricco di novità inaugurato con il lancio della Huracán Tecnica che consolida il livello di esperienza raggiunto da Lamborghini nel campo del design e dell’ingegneria.

La vettura a trazione posteriore con motore V10 condensa il divertimento e la dinamica di guida di una Huracán STO in un nuovo aspetto più elegante e adatto ad un uso quotidiano con l’aggiunta di miglioramenti aerodinamici volti a potenziare le prestazioni, la stabilità e la facilità d’uso sia su strada che su pista.

Sempre legata alla gamma del nostro V10, lo scorso novembre è stata presentata la Huracán Sterrato, la prima supersportiva progettata per offrire il massimo piacere di guida anche “Off Road”, in un connubio unico nel suo genere.

Un anno molto importante anche per quanto riguarda il Super SUV Urus, con due modelli inediti.

In occasione della manifestazione The Quail, A Motorsports Gathering, in California tenutasi lo scorso agosto, Automobili Lamborghini ha presentato la nuovissima Urus Performante che esalta sportività e prestazioni, puntando su un design che ne testimonia le incredibili capacità su strada, in pista e su fondi irregolari. Il nuovo Super SUV vanta una potenza di 666 CV, una riduzione di peso di 47 kg e un rapporto peso-potenza di 3,2, il migliore della categoria.

La Urus Performante ha inoltre battuto il record nella categoria dei SUV di serie sul tracciato della Pikes Peak International Climb, facendo segnare il miglior tempo di sempre con un’accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 3,3 secondi e uno spazio di frenata da 100 a 0 km/h di 32,9 m. A settembre 2022, Automobili Lamborghini ha introdotto sul mercato Urus S, l’ultima erede della capostipite Urus.

Urus S offre una maggiore potenza abbinata a versatilità e design inediti consolidando il concetto di Super SUV nel segmento delle auto di lusso. Il suo motore V8 biturbo eroga una potenza di 666 cavalli  eguagliando quello della Performante ma introduce specifici e sofisticati perfezionamenti sul fronte del design con un significativo aumento delle opzioni in termini di colori e finiture per cerchi, style package e dettagli interni ed esterni.

L’anno appena trascorso è stato un periodo di grandi successi anche per quanto riguarda i riconoscimenti che l’azienda di Sant’Agata Bolognese ha ricevuto. Alcuni dei più significativi riguardano i dipendenti e le attività di HR come il Top Employer Italia, ottenuto per il nono anno consecutivo e che attesta le buone pratiche di welfare aziendale che vengono promosse da anni mettendo le persone al centro.

Relativamente al mondo delle risorse umane, un altro riconoscimento è arrivato dalla certificazione IDEM, grazie alla quale Automobili Lamborghini è stata la prima azienda certificata nel settore automotive in Italia, come realtà attenta alle tematiche di gender equality.

L’azienda di Sant’Agata Bolognese ha inoltre rinnovato, a novembre 2022, il progetto DESI (Dual Education System Italy), giunto alla sua quinta edizione e destinato alla formazione di giovani studenti con l’obiettivo di trasformarli in tecnici qualificati per il distretto tecnologico della Motor Valley e dell’azienda stessa.

Gli alunni hanno la possibilità di acquisire competenze tecnico-professionali altamente qualificate e innovative e conseguire un diploma quinquennale di istruzione professionale grazie all’approccio combinato di lezioni teoriche in classe e apprendimento in azienda.

Grande soddisfazione per aver ottenuto, per il secondo anno consecutivo, il “Green Star Award” che premia l’impegno di Automobili Lamborghini nella sostenibilità e permette all’azienda, alla luce delle tante iniziative, investimenti e sforzi che quotidianamente mette in pratica per migliorare la qualità del nostro pianeta, di essere inserita tra le realtà più sostenibili in Italia.

A dimostrazione di quanto la sostenibilità sia uno degli argomenti di maggiore attenzione per tutta l’azienda, a settembre è stata organizzata la seconda edizione dei Sustainability Days, incontri dedicati alla stampa internazionale, dove si ha l’opportunità di esplorare da vicino e in maniera concreta le attività e i progetti in constante sviluppo su cui Lamborghini investe per il suo percorso sempre più green.

Leggi ora: Urus Performante, come va

 

Ultima modifica: 10 Gennaio 2023

In questo articolo