Kia Sorento 2024, prova su strada. La rivincita del Diesel

278 0
278 0

Il Diesel colpisce ancora con Kia Sorento. Il grande Suv della Casa sudcoreana in occasione del completo restyling della quarta generazione riporta in gamma il motore a gasolio.

A ragion veduta, poiché nel Segmento D, quello di Sorento che è lungo 4,82 metri, il 57% delle immatricolazioni in Italia è rappresentato da motorizzazioni diesel. Una larga maggioranza assoluta.

Tale andazzo non stravolge i piani di Kia, che punta a consolidare gli oltre 3 milioni di vetture vendute l’anno a livello mondiale, con Sorento terza assoluta, la prima è Sportage, con oltre 242.000 unità consegnate nel 2023.

Kia Sorento infatti continuerà a essere proposta con le motorizzazioni full hybrid, da 215 cavalli e plug-in hybrid da 258 cavalli con batteria da 13,8 kWh per 57 km di autonomia elettrica.

Ma il pezzo forte sarà Sorento Diesel, con il suo 4 cilindri a gasolio di 2.2 litri da 194 cavalli di potenza e ben 450 Nm di coppia, disponibile a trazione anteriore o integrale e con cambio automatico a otto marce a doppia frizione.

Un ritorno di peso, votato a dare sprint nel Segmento D, quello delle grandi, che in tre anni è passato dal 4 al 5,9% di quota di mercato. Numeri importanti.

Sorento mette sul piatto stile esterno e interno completamente rinnovati.

Risalta il frontale, ispirato all’ammiraglia elettrica EV9. Squadrato e imponente, con gruppi ottici a led verticali, a contrasto con linee orizzontali, e una poderosa griglia – quella che manca a EV9 per ovvi motivi – che non la fa passare inosservata.

Più morbide le novità al posteriore, mentre in abitacolo la musica è nuova, in ogni aspetto.

Kia Sorento è una 7 posti, di serie su tutti gli allestimenti, Business, Style ed Evolution, che propone di serie il grande elemento curvo nella parte alta della plancia e nelle due versioni top offre due schermi da 12,3 pollici, il Supervision cluster per la strumentazione e il Kia Navigation System.

Sulla Sorento Evolution è di serie anche l’head up display da 10 pollici. Bello anche il design delle bocchette d’aria orizzontali, anche questo retaggio della EV9, alfiere di stile del Marchio.

Dotazione ricca, sin dall’allestimento d’attacco, che parte da un prezzo di 47.350 euro per Kia Sorento Diesel a due ruote motrici.

Per la 4×4 servono 2.000 euro in più. La full hybrid parte da 49.350 e la plug-in, solo a trazione integrale, da 56.350 euro, ma rientra nell’ecobonus.

Scarica ora: listino prezzi accessori Kia Sorento 2024

Un triade completa, Sorento offre ADAS che supportano la guida assistita di secondo livello avanzato.

La qualità in abitacolo è migliorata, con rivestimenti morbidi nella parte alta, pelle artificiale e PET riciclato non sfigurano, anzi, in vece dei tradizionali rivestimenti.

Curata e ospitale in abitacolo nelle prime due file, quasi regali. La terza è d’emergenza: vi si accede piegando i sedili centrali, con la pressione di un pulsante.

La capacità del bagagliaio è di ben 813 litri con 5 persone a bordo, 179 con 7 e 1.906 litri con le ultime due file ripiegate.

Kia Sorento 2024, la prova del Diesel

Il contesto virtuoso è vidimato dal comportamento stradale. Alla nostra prova ha ben figurato Sorento con il 2.2 Diesel a trazione integrale, la prima ad arrivare in concessionaria, da subito. Le elettrificate, ordinabili, arriveranno tra un paio di mesi.

Il motore a gasolio svolge al meglio il suo compito, nonostante una massa non indifferente, 1.929 kg per la 4×4, 1.867 per la trazione anteriore. Il cambio automatico lavora bene.

Riprese pronte e un consumo più che ragionevole: tra i 15 e i 16 km/litro in un percorso misto. Con 67 litri di serbatoio i 1.000 km con un pieno sono un obiettivo reale e di grande sostanza per Kia Sorento.

Buon rendimento per una vettura di tale stazza a quattro ruote motrici, che mette sul piatto un comfort, di marcia e acustico, tranne a basse velocità quando il diesel si fa sentire, di alto livello.

Messa sotto sforzo anche tra le mulattiere, o quasi, delle cave di marmo delle Alpi Apuane, Kia Sorento ha sciorinato una versatilità notevole, pronta anche fuori dall’asfalto.

La strada rimane il suo habitat, con una coppia poderosa, che la rende sempre lesta. Una vera macinatrice di chilometri per una serenità in viaggio a tuto tondo.

Leggi ora: le novità auto

A quale gruppo appartiene Kia?

Kia Motors Company è nata nel 1944 a Seoul e dal 1998 appartiene al Gruppo Hyundai

Quali sono i modelli di Kia?

Oltre a Kia Sorento ci sono Picanto, Rio, Sportage, Niro, Ceed, Ceed Sportswagon, Stonic, ProCeed, Ceed, EV6, EV9.

Ultima modifica: 17 Aprile 2024

In questo articolo