Berlina: caratteristiche e principali modelli auto

5117 0
5117 0

Sicuramente uno dei modelli più diffusi e venduti nel mercato, la berlina rappresenta il modello di carrozzeria più versatile.

Versatilità, forse è questa davvero la parola che può esprimere al meglio il concetto di berlina, un modello di auto universalmente diffuso in tutto il mondo che può essere espresso in tantissimi modi differenti non perdendo mai la sua natura, la sua essenza.

I primi modelli di auto degli anni ’50 e ’60 erano berline per il solo fatto di non essere mezzi commerciali o militari. Erano le auto private, erano un mondo a sé.

Caratteristiche berlina

Oggi la situazione è ben diversa e la definizione generale di auto con tetto fisso, con carrozzeria variabile nei suoi volumi, si è evoluta in numerose sfumature.

Il tetto fisso, elemento principale di distinzione con le auto ‘scoperte’, denominate cabriolet, può anche essere dotato di una porzione apribile, il cosiddetto tettuccio.

Il nome deriva direttamente da una particolare tipologia di carrozza che risultava completamente chiusa e possedeva al suo interno due file di sedili per accogliere i passeggeri.

La definizione mette in evidenza quella che oggi è la differenza con le vendutissime monovolume, auto che ribaltano completamente il concetto di spazio.

Modelli auto berlina

La parte più importante delle definizione, specie oggi, riguarda la carrozzeria che può essere a due o tre volumi. Per volumi si intendono le ‘porzioni’ dell’auto, dette anche vani.

Sulla parte frontale troviamo il primo volume, dedicato al cofano e al motore; a seguire si può trovare il vano abitacolo, dedicato ad accogliere il guidatore e i passeggeri. Quando il vano bagagli risulta nettamente separato dagli altri si è in presenza di un modello berlina a tre volumi. Quando si ha una sorta di continuità tra il vano abitacolo e quello bagagli invece si è in presenza di una carrozzeria a due volumi.

Cambia anche l’apertura del vano bagagli: nel caso di una tre volumi si ha un portello che apre solamente sul cofano; nel caso della due volumi si ha la presenza di un portellone che aprendosi mette in contatto il vano bagagli stesso con l’abitacolo.

Se all’inizio le berline venivano concepite solamente con 4 o 5 porte, col tempo le cose sono cambiate e si è iniziato a produrre auto anche a 2 o 3 porte, più diffuse per i modelli a due volumi.

Col tempo si è lavorato molto sul concetto di aerodinamicità dei modelli, sono sorti infatti modelli tendenzialmente coupè, oggi abbastanza in voga.

Ultima modifica: 23 Gennaio 2018