Vetro parabrezza incrinato: tutti i rischi

266 0
266 0

Avere il vetro parabrezza incrinato è un problema di non poco conto per un automobilista. Non sempre si tratta di una situazione di grave rischio in termini di sicurezza, ma i rischi che comporta tale evenienza sono di vario genere. Dunque non è consigliabile sottovalutare un vetro scheggiato o parzialmente rovinato. Scoprite con noi tutti i rischi legati a un vetro del parabrezza che si è incrinato.

Rischi pratici, legali, economici del parabrezza incrinato

Nel caso abbiate il vetro del parabrezza incrinato o danneggiato in un punto localizzato o in maniera estesa, la soluzione non può mai essere sottovalutare la situazione. Ci sono infatti svariati rischi connessi alla compromessa integrità di un vetro anteriore, il più importante all’interno di un abitacolo. I rischi pratici di maggiore rilevanza attengono alla sicurezza. Un vetro parabrezza incrinato, frammentato, fratturato, è infatti un potenziale pericolo. Il rischio più concreto e ricorrente è legato alla mancanza di visibilità che può rivelarsi fatale in determinate circostanze.

Va inoltre considerato che nei casi più gravi di lesione, il vetro può polverizzarsi ulteriormente mentre siamo alla guida accentuando il grado di insicurezza. L’unico rischio che si può escludere è quello che potrebbe risultare immediato a un profano di auto. Ovvero: il vetro del parabrezza non si aprirà mai mentre state guidando. Quello che chiamiamo vetro è infatti, in realtà, un materiale plastico semitrasparente compreso tra più strati di un film, plastico anch’esso, che trattiene i segmenti al proprio interno. Per cui l’esplosione del vetro non avverrà mai, a meno che non vi sia uno sfondamento operato con violenza attraverso un corpo contundente.

Insomma niente che capiti per caso e mentre siete in movimento. Ciò che invece può accadere con molta più probabilità è l’evenienza che il vostro “bel” vetro lesionato finisca sotto gli occhi di un agente di polizia, di una pattuglia dei carabinieri o di un vigile urbano. In tal caso il rischio concreto si chiama multa. Il Codice della strada infatti vieta la circolazione di mezzi con il parabrezza anche solo scheggiato. Segnatamente, l’articolo 79 sancisce la violazione sancendo che i mezzi in circolazione devono essere in “condizioni di massima efficienza” per garantire la sicurezza. La sanzione non è particolarmente elevata, ma è bene non sfidare i controlli. Se poi viaggiamo in autostrada con un parabrezza rotto c’è il rischio di una sanzione maggiorata come prevede sempre l’articolo 79 del Codice. C’è inoltre un ulteriore ripercussione negativa: il mancato superamento della revisione periodica che non verrà concessa fino alla sistemazione.

Ultima modifica: 19 luglio 2021