Pedalini moto: cosa fare quando si guasta

2473 0
2473 0

Che siano due o quattro, sono comunque un elemento che permette al motociclista e al passeggero di avere una postura corretta sulla moto. Ma i pedalini hanno anche altre funzioni importanti sia sulla moto, a maggior ragione in uno scooter, dove uno di essi può servire anche per la messa in moto.

Pedalini: cosa sono e a cosa servono

Esistono modelli di motocicletta che prevedono le due pedane, e dunque i pedalini poggia piedi sono soltanto due e sono riservati al passeggero. Nei veicoli con quattro pedalini, quello anteriore sinistro servirà al guidatore non soltanto per poggiare il piede sinistro ma anche per procedere al cambio di rapporto nella marcia. Il pedalino destro sostiene il piede destro, che deve azionare il pedale adiacente del freno posteriore. I due pedalini riservati al passeggero non hanno altra funzione se non quella di sostegno e sono sempre retrattili, di modo da restare chiusi quando si viaggia da soli. In genere sono retti da un meccanismo che è bene tenere lubrificato adeguatamente, se non si vogliono avere brutte sorprese.

Pedalini: cosa fare quando si guastano

Succede, però, con l’usura frequente, che i pedalini si guastino, e soprattutto se capita quando si è in viaggio il danno, per quanto risolvibile e di poco conto, può essere alquanto fastidioso. Non è sempre necessario ricorrere a un’officina specializzata. Un po’ di sano fai da te è possibile anche per i meno esperti.

Se si vuole procedere con la sostituzione tout court, ci sono in commercio pedalini universali che si adattano a qualsiasi modello e marca di motocicletta e hanno anche dei costi molto contenuti, soprattutto se ci si rivolge al commercio online e non ai rivenditori ufficiali. Per un pedalino è possibile spendere tra i 6 e i 12 euro. Discorso diverso per le pedane, dove occorre mettere in bilancio dai 70 ai 250 euro. E’ possibile però rimettere in sesto il pedalino lavorando sulla molla che lo riporta in posizione dopo lo scatto. E’ il guasto più frequente: si aziona il pedalino e il “blocchetto” non rientra, ma resta in fondo. Niente paura, perché non è a rischio l’accensione, solo la postura.

Può capitare infatti di dover riposizionare manualmente il pedalino che non rientra, per poter poggiare comodamente il piede. Se il meccanismo non è rotto, un po’ di lubrificante, in genere olio da frizione, meglio se monogrado minerale, può risolvere. Quando l’operazione di lubrificazione diventa troppo frequente è bene pensare alla sostituzione di tutto il blocco.

Ultima modifica: 29 Agosto 2018