Patente: cosa fare in caso di sospensione a tempo indeterminato

14300 0
14300 0

La sospensione della patente è un provvedimento molto serio che viene adottato solo in caso di violazioni molto gravi alle norme del Codice della strada. Solitamente non si tratta di una sospensione a tempo indeterminato poiché questo caso si verifica molto raramente, di solito a fronte di problemi gravi, ma anche per questo fortunatamente esistono dei rimedi. Ovviamente la cosa migliore da fare sarebbe evitare di arrivare a questo tipo di sospensione, ma una volta che il danno è fatto, l’unica cosa da fare è cercare di rimediare nel minor tempo possibile.

QUANDO AVVIENE UNA SOSPENSIONE

Di solito questo tipo di sospensione è dovuto al fatto che sono venuti a mancare i requisiti psico-fisici necessari a guidare un veicolo. Per questo la patente non può essere restituita finché la condizione fisica non viene accertata. Un caso del genere si può verificare solo se si perdono troppi punti patente e si finisce per arrivare a zero; in questo caso i requisiti vengono messi in discussione e devono essere accertati di nuovo mediante la ripetizione dell’esame pratico e teorico per la patente di guida. Se non ci sono ulteriori problemi, la patente verrà restituita una volta svolte le prove necessarie.

Un altro caso in cui si può avere una sospensione a tempo indeterminato è in seguito a incidenti causati da problemi, come un colpo di sonno, che possono essere sintomo di patologie non compatibili con la guida di veicoli. In questo caso è necessario produrre quanto prima una documentazione medica che dimostri che l’incidente non è collegato a patologie fisiche o psichiche che compromettono la capacità di guidare. Questo caso può risultare molto fastidioso, in quanto sono necessari vari accertamenti, ma è fondamentale per la sicurezza di tutti verificare che il problema non si possa riproporre in futuro.

COSA FARE PER EVITARE LA SOSPENSIONE

Se si ritiene che la sospensione a tempo indeterminato sia stata disposta erroneamente, è possibile fare ricorso al TAR entro 60 giorni o al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti entro 20. I casi saranno valutati e analizzati per vedere se davvero siano stati commessi errori di valutazione e il soggetto che ha effettuato il ricorso verrà contattato per conoscerne l’esito.

Se il ricorso dovesse non avere successo e la patente dovesse risultare sospesa a tempo indeterminato, l’unica cosa da fare è procedere agli accertamenti previsti dalla legge per ottenere la restituzione nel tempo più breve possibile.

 

Ultima modifica: 22 Febbraio 2019