Duplicazione chiavi auto: le procedure per ottenerle e i costi

207341 0
207341 0

Le chiavi molto spesso si possono smarrire ed è questa una delle situazioni più comuni in cui è necessario richiederne un duplicato.

Nessuna paura, la procedura per ottenere la duplicazione delle chiavi della propria auto è alquanto semplice, inoltre, vi sono anche differenti opzioni tra cui scegliere. In alcuni casi potrebbe apparire un po’ più complessa e costosa, in relazione al modello di auto e casa produttrice, ma resta un problema di facile soluzione.

Come si fa a far duplicare le chiavi per l’auto

Le tempistiche e i costi variano, indubbiamente, in base al modello di auto di cui si richiede il duplicato della chiave. Bisogna, inoltre, tenere in considerazione che anche le tempistiche sono variabili e che il tempo impiegato non sarà brevissimo.

Se doveste trovarvi all’estero in vacanza, il disagio potrebbe essere maggiore, per cui, prima di partire sarebbe più ovvio dotarsi di una doppia chiave, mettendosi così al riparo da ogni eventualità.

Le cose sono un po’ più complicate per specifici modelli di auto, poiché, alcune case automobilistiche non possono rilasciare un singolo duplicato, per cui, la duplicazione non è possibile, ma verranno rifatte entrambe le chiavi, per cui la spesa sarà in tal caso più elevata.

In caso di smarrimento, se si decide di recarsi in concessionaria per richiedere il duplicato della chiave, sarà necessario portare con sé anche i documenti del veicolo e il pin di sicurezza, utili per ottenere il ricambio.

Non serve effettuare alcuna denuncia se non si ha il sospetto che le chiavi siano state rubate, del resto se si trattasse di un furto, neppure la denuncia potrebbe mettervi al riparo da eventuali altri danni. In tali situazioni, è la stessa concessionaria a suggerire al cliente di cambiare totalmente tutto ciò che sia connesso alla chiave, come la serratura e in alcuni casi anche la centralina, in modo da poter stare tranquilli a riguardo.

In base al modello del veicolo e alla casa automobilistica che lo ha prodotto, è possibile duplicare le chiavi o rivolgendosi allo stesso marchio della vettura, oppure avvalendosi del codice meccanico della chiave. In alcuni casi, i costruttori prevedono l’invio di una chiave che deve essere ricodificata. Per cui, in tal caso sarà sufficiente fare richiesta presso la casa automobilistica di un duplicato della chiave già incisa. Tale richiesta dovrà essere fatta attraverso la comunicazione del numero del telaio. Il costruttore provvederà così a fornirvi la copia che bisognerà poi successivamente codificare.

In alternativa, sarà possibile fare riferimento al codice meccanico della chiave. Infatti, al momento dell’acquisto del veicolo, si può notare che alle chiavi dell’auto è apposto un cartellino su cui è riportato un codice, è esattamente quello che permetterà di duplicare e codificare la nuova copia della chiave. Nell’eventualità dovesse smarrirsi il codice, sarà possibile recuperarlo semplicemente contattando la casa produttrice e indicare il numero del telaio dell’auto. Tuttavia, il codice meccanico può anche recuperarsi attraverso la lettura della centralina del veicolo.

Un altro modo per effettuare il duplicato della chiave della vettura è utilizzando la serratura dell’auto, ma per far questo sarà necessario smontarla. Anche in quest’ultimo caso però bisognerà poi eseguire la ricodificazione accedendo alla centralina dell’auto. Ciò potrà essere fatto solo inserendo un codice pin.

A chi rivolgersi per avere una duplicazione delle chiavi

La duplicazione della chiave può essere richiesta presso la concessionaria dove è stata acquistata la vettura oppure presso una ferramenta specializzata. Nel caso in cui si dovesse trattare della chiave di un’auto non di ultimissima generazione, la duplicazione sarà alquanto semplice da eseguire, per cui ci si potrà tranquillamente rivolgere presso una ferramenta con costi decisamente più contenuti, senza andare in concessionaria.

Questo, tuttavia, è un tema sul quale molti esperti non sono d’accordo, poiché sconsigliano di rivolgersi ad una ferramenta per duplicare la chiave, poiché solo il costruttore ha la capacità di ricodificare la centralina in maniera adeguata e professionale. Se però avete una ferramenta di fiducia, in grado di garantire un ottimo lavoro con un notevole risparmi in termini economici, potrebbe essere una buona soluzione. Si potrebbe infatti risparmiare, pensate, anche sino al 50%, rispetto ad una chiave originale.

Cosa fare per la duplicazione di una chiave certificata

Nel momento in cui si acquista l’auto, si può notare che la chiava presenta un cartellino con su scritto il codice meccanico della stessa, si tratta in tal caso appunto di una chiave certificata. Sarà proprio grazie al codice meccanico che si potrà richiedere la duplicazione di una nuova chiave del veicolo. Nel caso in cui il codice venisse smarrito, per poter richiedere la copia di una chiave certificata, sarà sufficiente contattare direttamente la casa madre per indicare il numero del telaio. Si può risalire al codice meccanico anche tramite la centralina del veicolo.

Un altro metodo per ottenere la duplicazione della chiave certificata è quello di effettuare una lettura della serratura, smontando il veicolo. Anche in quest’ultimo caso bisognerà poi procedere con la ricodificazione della chiave attraverso la centralina dell’auto, per fare ciò sarà poi anche necessario inserire un codice pin al momento dell’avvio.

Costi duplicazione chiave certificata

Passiamo ora a vedere in dettaglio quali siano i costi per ottenere la duplicazione di una chiave dell’auto. Questi, chiaramente, variano in relazione al modello della vettura e alla casa produttrice della stessa, nonché al metodo al quale si è deciso di seguire per la duplicazione della nuova chiave. Un costo base potrebbe essere intorno a i 50 € circa, ma si possono raggiungere costi ben più elevati. E’ consigliabile chiedere preventivamente quale sia il costo nel momento in cui si richiede il duplicato stesso, sia che ci si rivolga alla casa costruttrice, che ad una ferramenta specializzata. Per alcuni marchi specifici, per lo più quelli non italiani, il costo per la duplicazione della chiave auto potrebbe anche raggiungere i 500 euro, parliamo ad esempio di una Hyundai.

Il modo più economico per fare la duplicazione della chiave dell’auto è quello cosiddetto da banco. Pertanto, la nuova chiave potrà aprire la vostra auto, ma non si tratta di un duplicato originale. In molti casi, in questo modo sarà difficile associarla ad un telecomando, per cui non potrete usufruire dell’apertura centralizzata della macchina, grazie ad un semplice click del pulsante. Mentre, se si vuole avere un duplicato originale della chiave, le procedure da seguire sono quelle già riportate nell’articolo, grazie alla registrazione nella centralina del nuovo numero di chiave, in modo da cancellare quello precedente. Inoltre, affidandosi ad una duplicazione con codifica, si potrà anche disporre nuovamente di un telecomando.

Ultima modifica: 12 Ottobre 2017