Distributori gpl autostrada: informazioni per l’A14

53291 0
53291 0

I distributori gpl in autostrada sono molto radicati e molto importanti data la diffusione di questa tipologia di alimentazione. L’A14 ne è un esempio.

L’autostrada, che copre il tragitto Bologna-Taranto, si sviluppa in circa 700 km per collegare le due importanti città. Sulla A14 è massiccia la presenza di distributori gpl e dati i livelli di vendita e di diffusione di mezzi dotati di questa alimentazione si rivela un fattore fondamentale.

Sin dai primi chilometri la lunga autostrada permette la possibilità di rifornimento in svariati punti del tragitto, proponendo numerose aree di servizio efficienti e ben fornite di ogni confort. Diamo un’occhiata alla mappa:

  • al km 2.3 troviamo l’area La Pioppa Ovest;
  • al km 37.4 il gpl sarà disponibile a Sillaro Ovest;
  • al km 59.5 troviamo Saterno Ovest;
  • al km 89.5 Bevano Ovest;
  • al km 113.3 Rubicone ovest;
  • al km 133.6 Montefeltro Ovest;
  • al km 158.9 Foglia Ovest;
  • al km 186.2 Metauro Ovest;
  • al km 239.0 Conero Ovest;
  • al km 263.9 Chienti Ovest;
  • al km 290.8 Piceno Ovest;
  • al km 340.3 Vomano Ovest;
  • al km 363.1 Torre Cerrano Ovest;
  • al km 393.9 Alento Ovest;
  • al km 428.8 Sangro Ovest;
  • al km 458.6 Trigno Ovest;
  • al km 493.5 Torre Fantine Ovest;
  • al km 517.5 S. Trifone Ovest;
  • al km 587.1 Le Saline Ovest;
  • al km 620.3 Canne Battaglia Ovest;
  • al km 644.4 Dolmen Di Bisceglie Ovest;
  • al km 671.4 Murge Ovest.

Ovviamente l’elenco è stato stilato partendo dalla città romagnola in direzione della Puglia. In caso contrario, cioè partendo da Taranto troveremo le stesse aree di servizio, poste alla stessa distanza chilometrica e caratterizzate dal suffisso EST.

Quello che salta all’occhio è la presenza massiccia sia di aree servizio in senso stretto sia di distributori GPL nello specifico. In buona sostanza lungo tutta l’A14 solamente 2 aree servizio non sono dotate di impianti per l’erogazione del GPL. L’elenco mostra come ad una media distanza di circa 40 km si trovi l’area successiva.

Quello che si deve mettere in evidenza però, efficienza a parte, è l’assenza di impianti che si possono utilizzare con la modalità self service, in pratica tutti i punti GPL sono gestiti con la modalità ‘servito’, con conseguente rincaro sul prezzo al litro. Questa è una piccola pecca che a minare quella che è considerata una delle autostrade più attrezzate di tutta la fitta rete italiana.

Altro dato da evidenziare, che riguarda non solo il GPL ma anche benzina e gasolio, è la grande eterogeneità dei prezzi lungo il percorso, si possono riscontrare dislivelli notevoli, dovuti alla presenza di compagnie diverse alla gestione degli impianti.

Ultima modifica: 10 Ottobre 2017