Cosa fare in caso di caduta in moto

12739 0
12739 0

Tutti i motociclisti sono consapevoli che quando viaggiano corrono rischi maggiori rispetto agli automobilisti. I più esperti avranno, magari, già provato sulla loro pelle cosa significa cadere dalla moto e i pericoli ai quali si è esposti in situazioni del genere. Ecco una serie di consigli utili da tenere a mente in caso di caduta in moto.

Caduta in moto per incidente: cosa fare

Dalla cronaca, non è raro sentire di incidenti stradali nei quali sono coinvolti veicoli a due ruote. Le moto sono più esposte ai pericoli della strada in quanto vi è distrazione da parte degli automobilisti, ma anche di comportamenti poco corretti da parte dei motociclisti, come ad esempio sorpassi azzardati, invasione della corsia opposta, slalom tra le macchine, e via discorrendo.

Innanzitutto, ogni motociclista dovrebbe munirsi di attrezzature e abbigliamento idonei, rispettare le regole della strada e prestare la massima attenzione agli altri utenti.

In caso di caduta in moto dopo un incidente, se non si riesce ad alzarsi, rimanere immobili fino all’arrivo dell’ambulanza e delle autorità competenti. Non sforzare alcun arto e soprattutto evitare di togliersi il casco.

Se dopo la caduta in moto si è riusciti istintivamente a rialzarsi è opportuno mettersi in salvo, allontanandosi dalla carreggiata, salire sopra un marciapiede o a lato della strada dove non passano veicoli.

Non pensare alla moto, lasciatela dov’è sia per una questione di sicurezza sia per non ostacolare il lavoro delle forze dell’ordine che dovranno fare rapporto sull’incidente. Inoltre, provare ad alzare la moto potrebbe provocare degli strappi alla schiena o ad altre articolazioni.

Caduta in moto da fermi: cosa fare e cosa evitare

Può capitare che a uno stop o fermi a un semaforo rosso si faccia una caduta in moto. Dal momento che alcuni scooter o moto possono raggiungere un peso elevato, è alquanto pericoloso farsi distrarre e lasciarsi cadere la moto addosso.

Alcune moto, infatti, possono raggiungere anche i 100 kg o più e, qualora si dovesse cadere, potrebbe rappresentare un rischio per la propria incolumità. Non provare a sollevarla da soli se si pensa di non riuscire, farsi aiutare da qualcuno, specialmente nel caso in cui rimanga un arto incastrato sotto la moto. Recarsi subito in pronto soccorso o chiamare l’ambulanza se non si riesce ad alzarsi in piedi o a riprendere il veicolo e continuare il viaggio.

Anche in caso di condizioni atmosferiche avverse, come ad esempio pioggia o neve, se le gomme della moto sono anche leggermente consumate è buona norma frenare con grande anticipo e sempre con il freno posteriore. Vi potrebbero essere, sulla strada, delle lingue d’acqua che causano frequenti cadute dei motociclisti ignari o distratti. In questi casi, di solito, la moto scappa dalle mani e scivola sul fianco, lasciando il guidatore steso in mezzo alla strada. Se possibile, alzarsi immediatamente e abbandonare la carreggiata, anche rotolandosi per terra se risulta più semplice. Eviterete che le macchine dietro, non accorgendosi, vi travolgano.

Per tutti i casi di caduta in moto, è importante avere le giuste protezioni e rimanere lucidi. Inoltre, non distrarsi mai e rispettare il codice della strada vi eviterà di incorrere in queste spiacevoli situazioni.

Ultima modifica: 5 Novembre 2018