Nuova Alfa Romeo Giulia, quando arriverà, motori e caratteristiche

1945 0
1945 0

La presentazione del 24 Giugno 2015 di Giulia Quadrifoglio forgiò il nuovo corso di Alfa Romeo voluto da Sergio Marchionne.  La berlina sportiva, retaggio dell’impareggiabile passato e sviluppata per offrire un piacere di guida senza rivali (che conserva anche oggi), entrò subito nel cuore di molti.

Riconoscimenti, da addetti ai lavori e da lettori, e primati in pista. Sono passati gli anni e un’erede, confermata dal CEO Jean Philippe Imparato, è confermata.

Una piattaforma polivalente

La nuova Alfa Romeo Giulia nascerà sulla piattaforma STLA Medium di Stellantis. Si tratta di una evoluzione della attuale EMP2, sarà una architettura votata principalmente alle auto elettriche, ma che non escluderà applicazioni con motori endotermici.

Allo stesso molto della seconda generazione di Stelvio, con la possibile di avere la trazione a due o a quattro ruote motrici. La piattaforma STLA Medium verrà sviluppata per vetture lunghe dai 4,25 a 5 metri. 

Potrà ospitare batterie da 87 a 104 kWh, con autonomia fino a 700 km. E motori elettrici della famiglia Edm 2 ed Edm3 con potenze singole da 170 a 450 cavalli. 

Lo stile di nuova Alfa Romeo Giulia sarà opera di Alejandro Mesonero, capo del design del Biscione. Il nuovo modello della berlina sportiva (o della shooting brake?) è atteso per il 2026.

Leggi ora: quando arriverà la prima Alfa Romeo al 100% elettrica?

Ultima modifica: 4 giugno 2022