Terre di Canossa 2021, conclusa la undicesima edizione

1553 0
1553 0

Dal 20 al 23 maggio 2021, fra le incantevoli strade di Emilia, Liguria e Toscana, si è svolta l’XIa edizione del Terre di Canossa.

Su un percorso di circa 650 km gli equipaggi si sono sfidati su 63 prove a cronometro, affrontando 6 prove di media con rilevamenti segreti e 2 trofei speciali. 

La Gara e il Podio

Le prove di quest’anno hanno acceso la sfida tra gli equipaggi, soprattutto nelle prime posizioni. Soddisfatti i piloti per la competizione proposta dal team, che ha saputo alternare prove impegnative di ogni tipologia: in salita e in discesa, veloci, lente e alternate, ,corte e lunghe, con tubi nascosti, panoramiche, ma anche uniche e suggestive. 

Dopo giorni di sfida accesa, ma sempre corretta tra gli equipaggi, vengono dichiarati i vincitori di questa undicesima edizione.

Si aggiudica la vittoria come vincitore assoluto del Terre di Canossa 2021 l’equipaggio numero 2: Gianmario Fontanella e Anna Maria Covelli su Lancia Lambda Spider del 1927 che si aggiudica anche la Pre War Cup.

 Sul secondo gradino del podio della classifica finale assoluta sale l’equipaggio numero 15: Michele Cibaldi e Andrea Costa su Fiat 1100 Siluro 1948, mentre il terzo posto va all’equipaggio numero 1 Alberto Aliverti e Stefano Valente su Alfa Romeo 6C 1750 SS Zagato del 1929.

La classifica speciale per le prove di media va all’equipaggio numero 26: Winand Cremers e Peeters Nathalie su Austin Healey 100/4 BN2 del 1955.

La classifica riservata alle Ferrari moderne vede invece primo l’equipaggio numero 64: Franco Serventi e Daniela Maccini su Ferrari 458 Speciale A. Secondo è l’equipaggio numero 58: Cesare Giovanni Battista Carabelli e Chiara Carabelli su Ferrari 812 GTS, seguito dall’equipaggio numero 63: Lucilla Sartori e Monica Meneguzzo su Ferrari GTC 4 Lusso.

La Scuderia Porsche Classic Team Zurich si aggiudica la prima posizione nella classifica delle scuderie.

Grande sfida anche per i due trofei riservati ai piloti non prioritari, caratteristici del Terre di Canossa: il Trofeo Forte dei Marmi che va all’equipaggio 12, Simone Bonomi e Nicola Bossini su BMW 328 Roadster del 1939, mentre il Trofeo Tricolore va all’equipaggio 8, Andrea Ferrari e Angelica Cesarini su Bugatti Type 40 del 1929.

Il premio Under 30 va all’equipaggio 10, Giorgio Becchetti ed Elena Bossoni su Aston Martin Le Mans del 1933.

Il premio speciale cucchiaio di legno va invece all’equipaggio numero 30: Guido Prati e Costanza Prati su Mercedes 190 SL del 1959.

La Coppa delle Dame va all’equipaggio 32, Giovanna Meruzzi ed Emanuela Marcolini, su Alfa Romeo Giulietta Spider 750D Passo Corto 1959.

La numerosa presenza straniera, nonostante il periodo, accende la sfida per le coppe internazionali:

  • La coppa internazionale per l’Austria viene vinta dall’equipaggio Marlin Erwin Schnitzler Andreea su Porsche 356 A Speedster del 1956

  • La coppa internazionale per il Belgio viene vinta dall’equipaggio 34 Claes Raphaël e Claes Cecile su Austin Healey 3000 MKI del 1960

  • La coppa internazionale per la Francia viene vinta dall’equipaggio 33, Cazeaux Didier Dominique Cazeaux su Porsche Roadster 356 del 1960

  • La coppa internazionale per la Germania viene vinta dall’equipaggio 29 Reichenberger Josef e Reichenberger Daniela su Austin Healey 100-6 BN4 del 1957

  • La coppa internazionale per la Gran Bretagna viene vinta dall’equipaggio 49, Bond Charles Cowan e Bond Ruth su Mercedes 350 SL del 1972

  • La coppa internazionale per gli Stati Uniti viene vinta dall’equipaggio 59 Walson Edward  e Serrano Ramon su Ferrari 488 Pista Piloti del 2020

  • La coppa internazionale per i Paesi Bassi viene vinta dall’equipaggio 23 Filius Cornis e Filius Van Straalen Maria su Fiat 1100/103 Berlina MM del 1955

  • La coppa internazionale per la Svizzera viene vinta dall’equipaggio 4 Ginesi Stefanoe  Rohr Susanna su Porsche 356 A del 1959.

Ultima modifica: 24 Maggio 2021

In questo articolo