Sharing Historic Car Knowledge, i miti del motorsport e del car design entrano in classe

285 0
285 0

I grandi nomi del motorsport e del car design salgono in cattedra. Ha preso il via oggi, mercoledì 28 febbraio, la terza edizione di “Sharing historic car knowledge”, il ciclo di lezioni promosso dalla Fondazione Gino Macaluso per l’Auto Storica con l’intento di rinnovare nelle nuove generazioni l’interesse per il patrimonio culturale legato alla storia dell’automobile. Ad avviare la nuova serie di appuntamenti è stato l’ing. Dialma Zinelli, Head of Aerodynamics di Dallara, che ha incontrato gli studenti del Politecnico di Torino proprio presso gli spazi di Fondazione.

Sharing Historic Car Knowledge, la prima tappa

Un primo appuntamento con cui riparte progetto che, attraverso lezioni tematiche tenute esperti di alto profilo del settore, andrà a coinvolgere tanti studenti tra Politecnico di Torino, Politecnico di Milano, MUNER (Motorvehicle University of Emilia Romagna), IED (Istituto Europeo di Design), IAAD (Istituto d’Arte Applicata e Design), Ipsia Dalmazio Birago, Istituto Tecnico Avogadro.

A tenere le lezioni, nomi come Mike Robinson, designer automotive di grande successo, dalla cui penna sono uscite vetture come Fiat Bravo e Brava, la Lancia Y e la Jaguar B99, Vittorio Roberti, alumnus del Politecnico e progettista di Lancia Delta Safari, Lancia Rally 037, Delta S4 e LC2, e Sergio Limone, ingegnere già responsabile del settore Progettazione e sperimentazione veicolo in Abarth. Docenti d’eccezione, che attraverso questo progetto vanno a tramandare il pezzo di storia che loro stessi hanno contribuito a scrivere, contribuendo a rinnovare nelle nuove generazioni la passione per lo sport motoristico e il car design.

Realizzato con il sostegno della Camera di commercio di Torino, di ACI Automobile Club d’Italia e ACI Storico, Sharing Historic Car Knowledge prosegue nel solco del successo delle precedenti edizioni, che hanno giàcoinvolto oltre 900 studenti di Università, Accademie di design e Istituti superiori.

Un progetto che continua a rinnovarsi, crescere e ad ampliare i propri partner: sono infatti in fase di finalizzazione nuove collaborazioni con istituti del Mezzogiorno, con l’intento di offrire questa opportunità di formazione unica ad una platea sempre più ampia di giovani.

Anche in questo terzo ciclo di incontri, la Fondazione Gino Macaluso per l’Auto Storica metterà a disposizione di tutti i partecipanti non solo la propria collezione di vetture, unica nel suo genere, ma anche l’officina meccanica specializzata nel loro restauro e mantenimento, oltre al know-how dei meccanici e del Comitato scientifico, composto da ingegneri, professionisti e piloti di rilevanza internazionale che hanno legato la loro carriera a queste vetture eccezionali.

Leggi ora: le novità auto

Ultima modifica: 28 Febbraio 2024