Lamborghini vince a Donington la tappa finale del British GT

276 0
276 0

Gran finale a Donington. Per Lamborghini, non poteva esserci miglior modo che una vittoria per concludere la stagione 2023 nel British GT Championship. Nella tappa finale della categoria, svoltasi sul circuito di Donington, l’equipaggio composto da Shaun Balfe e Sandy Mitchell, schierato dal Barwell Motorsport, ha ottenuto il secondo successo stagionale dopo quello di Snetterton di metà giugno.

Subito veloci fin dalle prove libere, Balfe e Mitchell sono risultati settimi al termine della qualifica combinata, contraddistinta da un meteo incerto. Nelle prime fasi della gara, di 2 ore, Balfe è incappato in un drive through che ha fatto perdere alla Huracan del team Barwell alcune posizioni. Ma nel prosieguo della corsa, tutto è andato al meglio per il duo inglese, che ha ben sfruttato due situazioni di safety-car, soprattutto la seconda coincisa con un perfetto pit-stop.

Quando è stato il suo turno di guida, Mitchell si è ritrovato in terza posizione dietro alla McLaren di Marcus Clutton e alla Mercedes di Jules Gounon. Il francese è poi uscito di pista, permettendo a Mitchell di salire in seconda posizione. A 40’ dalla bandiera a scacchi, Sandy è andato all’attacco della McLaren superandola all’Old Hairpin e guadagnando la prima piazza. Mitchell ha guidato forte aumentando il vantaggio sul rivale, andando a vincere con un vantaggio di nove secondi a Donington.

Dopo Donington Lamborghini conquista due successi anche nell’ADAC GT Masters e Le Mans Cup.

Secondo successo della stagione nell’ADAC GT Masters per Benjamin Hites e Marco Mapelli, dopo la vittoria conquistata al Nürburgring lo scorso luglio. L’equipaggio del GRT Grasser Racing Team è andato a segno nella prima delle due gare del conclusivo appuntamento di Hockenheim. Sui 4574 metri del circuito tedesco è Hites a conquistare la sua terza pole di questo 2023 al termine del primo turno di qualifica di sabato.

In Gara 1 il cileno si avvia quindi al comando e ci rimane per tutta la durata del suo stint, facendo anche segnare il giro più veloce e effettuando il pit-stop a 26 minuti dal termine, lasciando il volante della Lamborghini Huracán GT3 EVO2 numero 63 al suo compagno Mapelli. Quest’ultimo rientra in pista davanti alla Mercedes di Ralf Aron. I due hanno un contatto e l’estone riesce a portarsi davanti, anche se la sua manovra viene giudicata irregolare ed è obbligato a restituire la prima posizione all’italiano.

Da quel momento Mapelli rimane in testa fino al traguardo, tenendo vive le speranze per il titolo. Nella seconda sessione di qualifica di domenica mattina Mapelli ottiene il secondo miglior tempo, ma al pronti-via viene coinvolto in una carambola e deve ritirarsi.

Nello stesso week-end Lamborghini va a segno anche nella Le Mans Cup, che a Portimão giunge al suo ultimo appuntamento. Dopo avere ottenuto in qualifica il secondo miglior tempo con la Huracán GT3 EVO2 numero 63 dell’Iron Lynx, Vincent Abril e Hiroshi Hamaguchi centrano il successo nella classe GT3. Un successo che alla Lamborghini nella stessa serie mancava dalla gara del Paul Ricard dello scorso luglio, quando ad imporsi furono Patrick Kujala e Gabriel Rindone con i colori del team Leipert Motorsport.

Leggi ora: le novità auto

Ultima modifica: 22 Ottobre 2023