Geely vuole ampliare la gamma Lotus: il modello da seguire è Porsche

2489 0
2489 0

Il grande gruppo cinese Geely ha in mente di trasformare Lotus, il marchio britannico acquisito due anni fa, in un brand di punta, attraverso un ampliamento della gamma con nuovi modelli che lo rendano stabile finanziariamente e con lo sviluppo di tecnologie all’avanguardia.

Leggi anche: Geely investe 2 miliardi di dollari in Lotus e sfida i grandi marchi

Il modello imprenditoriale da seguire in questo progetto, secondo Feng Qingfeng, CEO di Lotus e responsabile della tecnologia in Geely, è quello di Porsche, azienda per la quale Qingfen non nasconde la propria particolare predilezione, definendone i prodotti come “meravigliosi”.

Leggi anche: Geely costruisce una fabbrica in Cina per i futuri modelli Lotus

“Per la tecnologia e le applicazioni all’avanguardia di cui dispone”, dice Feng Qingfeng, “Lotus può avere un ruolo da capofila. Quindi, gradualmente, in futuro questo know-how e queste risorse potranno esser condivise con i marchi gemelli all’interno del nostro gruppo”.

NON SOLO AUTO SPORTIVE

Le auto ipersportive sono da sempre la cifra stilistica di Lotus, ma per riuscire a ottenere una redditività più solida è necessario, secondo i vertici del marchio, ampliare l’offerta di modelli, proprio come è riuscita a fare Porsche.

Leggi anche: Lotus realizzerà un SUV su base Geely – Volvo

“Sappiamo che Lotus è famosa per le sue auto sportive”, afferma ancora Feng Qingfeng, “ma, per sostenere la rinascita del marchio, abbiamo bisogno di una gamma molto più ampia di prodotti eccellenti, che possano offrire eseperienze di guida piacevoli ed entusiasmanti per i nostri clienti”.

Ultima modifica: 20 Maggio 2019