Geely Motors ha completato l’acquisto del 51% di Lotus

2602 0
2602 0

La Lotus è ufficialmente cinese, Geely Motors ha infatti completato l’acquisto del 51% della Casa inglese. L’accordo era già stato raggiunto a maggio, ora il passaggio è stato ratificato. Geely continua quindi la sua espansione. Il gruppo cinese è già proprietario di Volvo, Polestar, London Taxi Company, Lynk & Co e Yuan Cheng Auto.

Con l’acquisizione di Lotus, Geely diventa anche proprietaria del 49,9% di Proton, precedente proprietaria della Casa inglese. Ad affiancare i cinesi, con una quota del 49%, ci sarà il gruppo malese Etika Automotive. Il nuovo consiglio d’amministrazione di Lotus avrà cinque membri, tre da Geely e due da Etika.

Resta al suo posto Jean-Marc Gales, che continuerà ad essere l’a.d., ruolo che ricopre dal 2014. Il nuovo presidente sarà Daniel Donghui Li, vice presidente esecutivo di Geely. “Completata la transazione, non vediamo l’ora di lavorare con i nostri partner per trasformare Lotus in un marchio riconosciuto e competitivo nel mercato sportivo“, ha detto Daniel Donghui Li. “Siamo convinti che Lotus andrà presto oltre le aspettative dell’industria automobilistica e dei clienti“.

La prima metà del 2017 è stata molto positiva per Lotus. Le vendite nei primi sei mesi sono aumentate del 10% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. La Casa ha anche presentato alcuni nuovi modelli, fra i quali la Evora GT 430, la Lotus più veloce di sempre.

Ultima modifica: 29 Settembre 2017