Estradati in Giappone due complici nella fuga di Carlos Ghosn

1229 0
1229 0

Michael Taylor e suo figlio Peter Taylor, cittadini americani, sono stati consegnati alle autorità giapponesi per essere estradati in Giappone. Su di loro pende l’accusa di complicità con Carlos Ghosn, l’ex presidente dell’Alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi arrestato per falso e appropriazione indebita in Giappone e fuggito in modo rocambolesco in Libano nel dicembre 2019.

I due uomini, come avevamo già spiegato in questo articolo, sono indicati dalle autorità giapponesi come i complici dell’evasione di Ghosn. Le accuse su di loro sono arrivate già da mesi, ma solo ora la Corte Suprema degli Stati Uniti ha deliberato per la loro estradizione. I Taylor, che sono sotto custodia dallo scorso maggio, hanno lasciato la prigione ieri (lunedì 1 marzo) per essere accompagnati in Giappone, dove li aspetta un processo.

La conferma del cambio di custodia è arrivata dal loro avvocato, Paul Kelly, che non ha però commentato. Secondo le autorità giapponesi, l’ex militare Michael Taylor (60 anni) e suo figlio Peter (27) avrebbero ricevuto ben 1,3 milioni di dollari per aiutare Ghosn a fuggire dal Giappone all’interno, ricordiamolo, di una custodia per strumenti musicali.

Ultima modifica: 2 Marzo 2021