Toyota NEO Steer, addio a acceleratore e freno. Tutto sul volante

745 0
745 0

Senza pedali. Il concept Toyota NEO Steer presentato al Japan Mobility Show rimuove acceleratore e freno dal pavimento. Non si si tratta di una magia, la pedaliera sparisce e si aggiungono due leve, a destra, sul piantone dello sterzo, comunque in foggia speciale.

La soluzione non è inedita, vicina a tecnologie già utilizzate per consentire la guida a persone con disabilità fisica, anche se la rimozione del pedale dell’acceleratore è l’ultimo passo dopo che il “one pedal”, la decelerazione in rilascio di molte auto elettriche, ha iniziato a diventare sempre più perfezionato. Ma lo scopo è più “ecumenico”.

Toyota NEO Steer, per molti

La Casa giapponese ha comunicato l’idea è stata sviluppata nataper chi ha impedimenti fisici, ma che non si tratta solo di un prototipo aiutare la disabilità, simile in questo a molte conversioni, perché porta un concetto per offrire una posizione di guida con maggiore spazio, comfort e visibilità.

La conformazione del volante è ispirata al manubrio di una moto, con una foggia che aumenta il campo visivo su strada e strumentazione. Le leve di acceleratore e freno sono in posizione simmetrica e l’accessibilità al posto di guida migliora, sia in uscita sia in entrata dall’abitacolo: un plus da valutare.

Toyota NEO Steer

Oltre la cloche, la Casa prosegue nella sperimentazione dopo il volante a cloche One Motion Grip, lo steer-by-wire, che arriverà nel 2024 su  BZ4X e Lexus RZ450e, anche se il Toyota NEO Steer al momento resta un concept non destinato alla produzione di serie.

Leggi ora: Toyota Yaris 2024 arriva sul mercato, ecco la Hybrid 130

Ultima modifica: 2 Novembre 2023