Volkswagen: Budd-e l’auto tedesca del futuro

1551 0
1551 0

Budd-e della casa automobilistica Volkswagen è un’auto di nuova concezione completamente elettrica, destinata a diventare, a pieno titolo, l’auto del futuro del grande marchio tedesco.

Caratteristiche

Oltre le apparenze che fanno sembrare Budd-e un pulmino simile a quello degli hippies anni 60, il veicolo Volkswagen è un vero gioiello di tecnologia e un esemplare avveniristico nel settore dei motori elettrici.

Infatti, sotto le mentite spoglie un po’ retrò del vecchio furgoncino “Bulli” della casa tedesca, si nasconde in realtà un complesso tecnologico innovativo chiamato MEB -Modular Electric Toolkit – che consiste in una piattaforma vera e propria posizionata sotto il pianale del veicolo, e costituita da:

  • due motori elettrici, uno sul fronte di 110 kW e uno sul retro da 125 kW, che azionano separatamente le quattro ruote;
  • una potenza totale di 320 cavalli/motore;
  • un blocco di batterie agli ioni di litio che producono circa 100 kW.

Il MEB migliora le prestazioni del veicolo e soprattutto la sua autonomia: ci vogliono solo 30 minuti per ricaricare le batterie fino a quasi il 90 percento, e questo significa efficienza e affidabilità del mezzo nei lunghi tragitti.

Inoltre, dal momento che il pianale può ospitare un numero cospicuo di batterie, la quantità di energia elettrica a disposizione è ragguardevole, tanto da permettere una velocità di corsa fino a 150 chilometri orari. L’autonomia accertata, dunque, è di circa 600 chilometri, e questo si prospetta già come un futuro da record.

Si usa spesso il termine “futuro” quando si parla di Budd-e: questo perché, nonostante sia uscita come prototipo nel 2016, non sarà disponibile sul mercato fino al 2020, data in cui per molte case automobilistiche si segnerà il sorpasso dei veicoli interamente elettrici su quelli a carburante fossile.

Modello

La Budd-e ha le dimensioni tipiche di un minivan: è lunga 4,60 centimetri, larga 1,94 e alta 1,83. L’abitacolo è molto comodo e lo spazio permette fino a 4 posti di cui quello anteriore, accanto al guidatore, può ruotare di 360 gradi e girarsi frontalmente verso i passeggeri seduti su un sedile unico a forma di “L”, forma che permette la rotazione stessa.

Le portiere sono scorrevoli: per aprirle basta un movimento della mano che attiva dei sensori. Tutti gli accessori sono digitali e governati da sistemi automatizzati (infotainment) che controllano sia il funzionamento di ogni parte del veicolo che la sicurezza, quest’ultima attraverso telecamere posizionate all’esterno.

A ciò si aggiunge la possibilità di connettersi con i vari comandi attraverso la voce, oppure con il touch-screen sui vari display disposti sull’intero cruscotto e sulla plancia.

Ultima modifica: 20 Marzo 2018