Opel e BlaBlaCar, progetto pilota con offerte esclusive

3599 0
3599 0

Opel e BlaBlaCar, la più grande community al mondo per i viaggi in auto condivisi, hanno annunciato il lancio di un progetto pilota in Francia che prevede la presentazione di offerte specifiche ai membri più attivi della community, gli Ambasciatori, i quali potranno acquistare alcune vetture Opel a tariffe esclusive e con finanziamenti flessibili.

Gli utenti di BlaBlaCar potranno scegliere tra Corsa, Astra, Mokka X e Zafira. Guidatori e passeggeri avranno così la possibilità di provare direttamente i modelli Opel e le loro eccellenti caratteristiche dinamiche, le tecnologie di prima classe e l’assoluto comfort mentre viaggiano in totale relax verso le destinazioni prescelte.

Siamo molto felici di collaborare con BlaBlaCar – ha dichiarato Peter Küspert, Vice President Sales & Aftersales di Opel – I suoi ambasciatori potranno acquistare a condizioni di favore alcune delle più vendute vetture Opel tra cui Corsa, Astra o Mokka X. Questi modelli rispondono alle necessità personali dei proprietari e saranno apprezzati anche dai passeggeri, grazie a soluzioni intelligenti e allo stesso tempo accessibili come il potente hotspot WiFi1 di OnStar. La collaborazione con BlaBlaCar costituisce un passo ulteriore nel nostro percorso da costruttore automobilistico a fornitore leader di soluzioni di mobilità”. Il marchio di Rüsselsheim è l’unica casa automobilistica mondiale a partecipare a un progetto di mobilità così innovativo, di cui fa parte anche la società di leasing ALD.

Gli ambasciatori francesi di BlaBlaCar potranno prendere in leasing o acquistare vetture Opel a prezzi più contenuti, avere accesso a garanzie e servizi di manutenzione specifici e godere di sconti sul canone di leasing per ogni mese di carpooling su BlaBlaCar.

Nicolas Brusson, CEO di BlaBlaCar, ha dichiarato: “La community di BlaBlaCar acquisterà oltre 1.300.000 vetture nel 2017. Intendiamo sfruttare la forza di questa community per offrire ai nostri membri condizioni alle quali non potrebbero altrimenti accedere. Vogliamo restituire valore ai nostri Ambasciatori e fare allo stesso tempo in modo che l’uso condiviso della vettura possa permettere loro di ottenere ulteriori risparmi sul costo totale”.

Ultima modifica: 6 Aprile 2017