MV augusta: L’App Turismo Veloce per il controllo della moto

3244 0
3244 0

MV Augusta è la nuova piattaforma dedicata al moto turismo; esaminiamo tutte le caratteristiche di questa nuova applicazione.

Negli ultimi anni la tecnologia si è sviluppata con particolare rapidità; sono moltissime le applicazioni interattive che vengono sviluppate ogni anno, a servizio della mobilità e del turismo. In questo campo le innovazioni corrono più veloci delle automobili e delle moto. MV Augusta è una nuova applicazione scaricabile sul proprio smart phone o tablet, dedicata al moto turismo.

Analizziamo tutte le caratteristiche del software della nuova applicazione. Si tratta certamente di un’applicazione complessa, considerando le fasi di sviluppo e di interattività. Tuttavia le funzioni principali di MV Augusta, sono generalmente tre. Prima di tutto vi è la navigazione social, che vi dà la possibilità di registrare la telemetria della vostra corsa e la possibilità di condividere la stessa in rete.

Vi è inoltre il cruscotto virtuale, uno strumento che implementa la strumentazione di serie (con comandi talvolta anche molto complessi). I setup danno la possibilità di trasformare il nostro smart phone, in un vero e proprio strumento di tipo professionale. Sarà possibile, utilizzando i comandi dell’applicazione, intervenire sui parametri di marcia della vostra moto; fino ad oggi questa possibilità era consentita solo nei videogiochi.

Nel mondo del motociclismo, l’Italia è tornata a dire la sua in modo forte. Nell’industria motociclistica, le case motoristiche italiane, sono certamente all’avanguardia, per quanto riguarda la corsa alle nuove tecnologie. Queste ultime sono molto importanti, poiché rappresentano un nuovo strumento per comprendere ed utilizzare nel modo migliore la moto.

Una volta che avremo scaricato sul nostro smart phone o tablet l’applicazione, dovremo collegare il device al Bluetooth, e a quel punto ci apparirà la schermata home del software, con la possibilità di cliccare su tre opzioni; custom tuning, suspension settings e travels. La prima opzione è probabilmente la più eccitante: essa ci permetterà di programmare l’intera mappatura, agendo direttamente su ogni singolo parametro. Potremo inoltre effettuare la registrazione di uno o più schemi e salvarli con un nome, in modo da poterli richiamare in seguito.

Il setting gas sensitivity funziona come un acceleratore di corsa corta, che viene utilizzato in pista. La sua funzione è quella di passare dall’opzione tutto chiuso all’opzione tutto aperto, con meno movimento e gioco del polso sull’acceleratore. Vi è inoltre max engine torque, che è in sostanza un limitatore di coppia sul quale è possibile intervenire, in caso ci si trovi a percorrere su fondo bagnato.

Ultima modifica: 1 Giugno 2018