Moto: tipologie di moto supermotard

17958 0
17958 0

Le moto supermotard sono un tipo di veicolo particolarmente agile e veloce, adatte alle competizioni sportive e dal taglio “aggressivo”.

Caratteristiche

L’origine dei supermotard si perde nei tempi: agli inizi erano moto da cross con una grande e vistosa ruota agganciata in coda da usare come ricambio nei lunghi e tortuosi percorsi.

I pionieri di questo modello di moto appartengono ad una comunità di “rivoluzionari”, giovani che già contestavano la società borghese adottando un linguaggio tutto proprio e incomprensibile: l’argot.

Da questa “lingua artificiale” nasce il neologismo “motard” che significa motociclista, un pilota dedicato solo a questo tipo di veicolo e rappresentante anche di uno stile di vita (e di pensiero): tutti coloro che si riconoscevano in questi valori amavano sfidarsi in gare e competizioni su circuiti da cross e da enduro.

Da almeno un ventennio queste moto sono entrate di diritto nella produzione di molte case motociclistiche e con esse si organizzano dei gran premi di motociclismo supermotard molto seguiti da un pubblico di appassionati di tutto il mondo.

Le caratteristiche tecnologiche e strutturali dei supermotard sono:

  • ruote da 16,5 pollici (anteriore) e 17 pollici (posteriore), quindi adatte per corsa su pista rettilinea;
  • motore monocilindrico e bicilindrico;
  • stile di guida con il piede interno alla curva poggiato sull’asfalto,  o con il ginocchio sporgente, o in “derapata” che consiste nel prendere la curva in velocità scalando le marce e facendo “slittare” la frizione.

Le categorie ad oggi riconosciute per le competizioni sono la S1 e la S2: nella versione quattro tempi la prima raggiunge i 450 centimetri cubi di cilindrata e la seconda i 750, mentre nella versione due tempi esse raggiungono rispettivamente i 250 e i 750 di cubatura.

Ultimi modelli

Ad oggi i modelli più aggiornati delle maggiori case motociclistiche produttrici sono:

  • BMW G 650X, monocilindrica da 53 cavalli, 650 centimetri cubici, motore ad iniezione, cinque marce;
  • Honda CRF 250M, piccola monocilindrica da 249 centimetri cubici che può essere guidata con una patente A2;
  • HONDA CRF 450 RX Supermoto 2018, bicilindrica quattro tempi da 450 centimetri cubi, forcella regolabile da 49 mm con molle in acciaio, iniezione elettronica e fari LED;
  • Husqvarna 701 Supermoto, 60 cavalli, frizione anti-saltellamento APTC, acceleratore ride-by-wire e ABS;
  • KTM 690 LC4 versione SMC, che supera la versione 690 precedente ma ne adotta flessibilità e confort;
  • Ducati Hypermotard 1100 S, bicilindrica di 110 cavalli, forcella pluri-regolabile, impianto frenante con pompa radiale, sospensioni a 21 centimetri da terra per permettere migliori “piegature”;
  • Aprilia Dorsoduro 900, bicilindrica a quattro tempi, 095 cavalli, controllo elettronico di trazione e ABS;
  • Aprilia Dorsoduro 1200 ABS ATC, bicilindrica a 130 cavalli.

Ultima modifica: 26 Marzo 2018