McLaren sposterà in Gran Bretagna la produzione dei telai in carbonio

3765 0
3765 0

L’azienda di Woking cessa il suo rapporti di collaborazione con l’austriaca Carbon Tech: la produzione dei telai MonoCage di futura generazione, quindi, verrà spostata in Gran Bretagna, precisamente in un nuovo stabilimento che sorgerà a Sheffield, nel South Yorkshire.

I lavori sullo stabilimento di Sheffield partiranno entro la fine dell’anno ed entreranno definitivamente a regime prima della fine del 2020, quando coinvolgeranno circa 200 addetti. McLaren sta investendo circa 60 milioni di euro sul nuovo progetto. Non solo sarà così in grado di aumentare la percentuale di componenti “domestiche” all’interno delle sue vetture (passerà dal 50 al 58% a seconda del modello) ma otterrà risparmi alla produzione pari a circa 10 milioni di sterline (11.7 milioni di euro) all’anno.

McLaren 570S
Le future generazioni del telaio MonoCage verranno prodotte a Sheffield

Intanto, al prossimo Salone di Ginevra mostrerà la seconda generazione di MonoCage, il primo alla base del nuovo business plan “Track22” di McLaren Automotive che prevede la realizzazione di 15 nuove sportive con un ricambio generazionale senza precedenti. Si tratta di una struttura ultraleggera in fibra di carbonio ad elevata rigidità. MonoCage II è più leggera rispetto a quella in fibra di carbonio e metallo della prima generazione della gamma, con una riduzione del peso fino a 1.283 chilogrammi, cifra che rappresenta un record per la categoria perché si parla di 18 kg in meno della McLaren 650S a parità di specifiche tecniche.

Ultima modifica: 10 Febbraio 2017