London Electric Vehicle Company del Gruppo Geely, nuova piattaforma per monovolume e van

180 0
180 0

La Cina è sempre più presente nel mondo dell’auto Europea. Dai taxi alle monovolume e ai furgoni, sempre e solo elettrici. London Electric Vehicle Company (LEVC), noto come Costruttore dei taxi a batterie della capitale inglese, intende espandere la sua offerta.

Cina e perché? Il Marchio a parte del Gruppo Geely: ha annunciato la piattaforma modulare SOA, acronimo di Space Oriented Architecture, dedicata allo sviluppo di EV per trasporto persone e commerciali. Pronta a ospitare uno o due motori elettrici, a trazione posteriore, anteriore o integrale. Utile per mezzi lungi da 4,86 a 5,95 metri, con un passo da 3,00 a 3,80 metri. Di grandi dimensioni.

Si tratta di una piattaforma speciale. SOA, è open source, pronta anche per eventuali collaborazioni esterne a Geely, è frutto di uno sforzo congiunto dei centri di ricerca del Gruppo in Cina, Regno Unito, Germania e Svezia: l’architettura, essendo nativa elettrica offre un fondo piatto, permette assetti variabili dei sedili: in poche parole ideali per vetture flessibili.

London Electric Vehicle Company, le caratteristiche della nuova architettura

Infine le batterie possono avere una capacità da 73 a 120 kWh, per autonomia dichiarata fino a 695 km, potendo recuperare l’80 della carica da HPC in 30 minuti. Il sistema di gestione è chiamato L-OS, annunciato capace di gestire la guida assistita dal livello 2 al livello 4. Adatte anche ai mercati alle nostre latitudini…

London-EV-Company-TX-Francoforte-2017
London EV Company TX: il Cab

Leggi ora: le novità auto

Ultima modifica: 10 Maggio 2023