Fiat 600e, la prova del crossover elettrico. Pregi e difetti

1106 0
1106 0

di Giuseppe Tassi

Già prenotabile online, la Fiat 600e elettrica arriva in questi giorni nelle concessionarie nelle versioni Red e La Prima, entrambe ampiamente accessoriate a un prezzo di partenza di 35.950 euro, che diventeranno 29.950 euro grazie agli incentivi statali sommati ai mille euro di sconto garantiti da Fiat.

Nel 2024 è attesa anche una versione ibrida alimentata da un propulsore 1.2 benzina da 109 cv e due piccoli motori elettrici a un costo di 24.950 euro.

Fiat 600e, la prova del crossover elettrico. Pregi e difetti

L’ ultima nata di Fiat è un crossover a batteria che eredita i tratti distintivi della famiglia 500, come i fanali anteriori che sembrano occhi sgranati e il muso che pare aprirsi ad un sorriso d’intesa.

Ma nella 600 il cofano si allunga come una testa di squalo, le dimensioni interne si dilatano per proporre l’idea di un crossover superdotato per il segmento B.


L’impatto esterno è molto forte per il design essenziale, i cerchi con rilievi cromati da 18 pollici, la tavolozza dei colori disponibili che richiama il cielo, il mare e la terra d’Italia.

Una spruzzata di Dolce vita e tanta tecnologia. La Fiat 600e è costruita nello stabilimento di Tichy in Polonia sulla stessa piattaforma (eCMP2) della premiatissima Jeep Avenger.

Ma il Dna Fiat è evidente in mille dettagli, a cominciare dal cruscotto digitale di Fiat 600e con elementi arrotondati che fa il verso alla vecchia 600.

Il touch da dieci pollici segna l’evoluzione della specie ma la bella pulsantiera a pianoforte , che governa le modalità di guida (Eco, Comfort e Sport) è anche un omaggio al passato.

Interni e sedili sono curati e realizzati con ampio uso di materiali riciclati, e per il guidatore c’è anche l’opzione del sedile massaggiante.

Lunga 4,17 metri e larga 1,78, ha un bagagliaio da 360 litri (top per il segmento) e i vani portaoggetti extralarge. Gli spazi interni sono confortevoli per cinque persone anche di statura elevata.

Fiat 600e, come va su strada

Alla guida offre tutto il meglio del mondo elettrico: silenzio assoluto, sospensioni modellate per attutire le asperità stradali, ripresa eccellente (9 secondi da 0 a 100 orari in accelerazione) e grande aderenza nelle curve.

Il motore elettrico da 156 cv, alimentato da una batteria da 54 kWh spinge con slancio e risponde bene alle accelerazioni fino alla soglia dei 150 km orari.

L’autonomia arriva a 600 km nella guida cittadina e si ferma a 400 nel ciclo misto. In una stazione a corrente continua la batteria si ricarica fino all’80% in 27 minuti.

Pensata per una clientela europea, Fiat 600e gioca la sua scommessa con ottime carte. Vuole ripercorrere la strada gloriosa della 500 ma questa volta con un occhio rivolto alla famiglia.

Prezzo e qualità la aiuteranno.

Leggi ora: Francois “Fiat Panda elettrica sarà italiana e batterà i cinesi”

Ultima modifica: 26 Settembre 2023

In questo articolo