Il ritorno di Chris Bangle, ora con i cinesi di Xiaomi

279 0
279 0

Chris Bangle non aveva mai abbandonato l’auto, anche se si era allontano dal cuore della azione. Vi ricordano qualcosa la Fiat Coupé, la BMW Serie 5 E60, la Alfa Romeo 145 o la prima BMW X5 (E53)? Opere della matita fuori dagli schemi di Chris Bangle, designer tra i più celebri a cavallo del millennio. Ora torna nel giro.

Fiat Coupé, Motor Show di Bologna 1993, foto Centro Storico Fiat
Fiat Coupé, Motor Show di Bologna 1993, foto Centro Storico Fiat

Bangle, da sempre legatissimo all’Italia – non solo perché è nato a Ravenna, ma in Ohio – è official design consultant di Xiaomi, il colosso cinese degli smartphone entrato nel comparto automotive.

Bangle ai tempi di BMW (2007)

Bangle, un big a inizio millennio

Chiamato nella nuova azienda da Sono Li Tianyuan, ex BMW e leader del team che ha progettato la iX. Il designer californiano ha un passato che negli anni Ottanta lo ha portato ai vertici del Centro Stile Fiat e dal 1992 e il 2009 ha diretto il centro stile della Casa di Monaco.

Stabilitosi a Clavesana, nelle Langhe, proseguendo con un’attività indipendente di designer, sue le celebri “panchine giganti”, è rientrato nel giro, collaborando per la realizzazione della SU7. Idee interessanti non gli mancheranno.

Le Panchine Giganti – credits Visit Mondovì

Ultima modifica: 1 Febbraio 2024