Autostrade, ricariche ad alta potenza. Il piano per i veicoli elettrici

1325 0
1325 0

Un progetto per realizzare in Italia la più grande rete di ricarica ad alta potenza (High Power Charger – HPC) per veicoli elettrici in ambito autostradale. 100 stazioni entro il 2023 con un investimento di 75 milioni per rispondere alla crescita del mercato dei veicoli elettrici. Per i quali il target previsto è di oltre 6 milioni in circolazione entro il 2030.

Il progetto colonnine di ricarica elettrica è il primo messo in atto da Free To X, la start-up del gruppo Autostrade per l’Italia nata nel 2021 e dedicata allo sviluppo di servizi avanzati per la mobilità che offre soluzioni per migliorare l’esperienza di viaggio a 360°. Puntando su innovazione, tecnologia e sostenibilità. Free To X è attenta a tutto l’ecosistema viaggio e la salvaguardia del Pianeta rappresenta il driver decisionale per l’offerta di servizi consapevoli con l’obiettivo di diventare leader nei servizi al viaggiatore per la mobilità integrata sostenibile.

Con una strategia industriale pienamente in linea con gli obiettivi del Recovery Fund e della Legge di stabilità, Free To X ha messo in funzione lo scorso maggio la prima stazione HPC (con colonnine in grado di erogare almeno 300KW di potenza e 4 a 8 punti di ricarica che permettono tempi medi di ricarica di 15 – 20 minuti) per i veicoli elettrici nell’area di servizio di Secchia Ovest e la seconda a nord di Roma (Flaminia Est).

Dando così inizio alla realizzazione del network di 100 stazioni (4-5 al mese). Che assicureranno da nord a sud un’inter-distanza media di 50 km in autostrada. A oggi oltre il 50% delle stazioni ha già ricevuto il via libera dagli enti locali. Mentre attraverso procedure competitive ad evidenza pubblica sono stati selezionati i fornitori di attrezzature.

I cantieri delle HPC

Tra novembre e dicembre dello scorso anno sono state attivate le stazioni di San Zenone Ovest e la prima in A14 (Conero Ovest). Sono inoltre in fase avanzata ulteriori 10 cantieri: a febbraio saranno installate le colonnine a Secchia Est (A1 Bologna-Milano) e Giove Ovest in Umbria (A1 Firenze -Roma). Entro marzo è prevista l’attivazione di altre 5 stazioni sulla A1 (in Campania ed Emilia Romagna) e lungo la A14.

Free To X inoltre consentirà la neutralità tecnologica ricaricando le diverse tipologie di veicoli che viaggeranno in autostrada. E, al contempo, garantirà l’accesso, a parità di condizioni, a tutti i principali operatori della mobilità elettrica (Mobility Service Provider – MSP). Prevedendo anche il pagamento diretto con carta di credito senza abbonamenti con i MSP. I progetti futuri infine riguardano anche la realizzazione di stazioni di ricarica fuori rete e stazioni di carburanti alternativi (Gnl e idrogeno).

A.Pe.

Ultima modifica: 30 Gennaio 2022