Alfa Romeo Tonale, l’asso di briscola del Biscione

4624 0
4624 0

L’auto del nuovo corso. Tonale è l’asso di briscola di Alfa Romeo, che piazza al centro del mercato europeo il Suv compatto, il modello più richiesto, e trasversale, nel Vecchio Continente. Un passaggio chiave del Marchio nell’era Stellantis.

Si tratta della prima Alfa elettrificata, con il mild hybrid sul 1.5 benzina nelle potenze di 130 e 160 cavalli, connessa e con una qualità complessiva elevata. Pronta a competere con i Costruttori di vertice. Una sfida decisiva.

Scarica ora: Alfa Romeo Tonale, prezzo, accessori e allestimenti

Il design convince: lunga 4,53 metri e ben proporzionato, sfodera il primo asso in abitacolo. Con una plancia tutta digitale, dotata della strumentazione da 12”3 che richiama il mitico “cannocchiale” Alfa, compresa la numerazione corsaiola su tachimetro e contagiri con numeri iniziali e finali rovesciati per garantire una migliore visibilità in ogni situazione di guida.

L’occhio e l’orecchio vogliono la loro parte: l’infotainment è definito dallo schermo centrale da 10”25 ad alta definizione, ben accoppiato ai comandi fisici a “pianoforte”. Il contesto, compresa la foggia dei sedili e dei rivestimenti, è di alto livello. Curata e la connettività, col sistema operativo Android Automotive, Alexa bordo e la chicca della certificazione digitale incorruttibile NFT, in questo prima della sua specie. Un passo avanti,

In abitacolo, l’abitabilità è ottima per quattro, buona per cinque e il bagagliaio da 500 litri è adeguato. A bordo, l’emozione è forte, il volante replica quello di Giulia e Stelvio, con le bellissime palette in alluminio, purtroppo disponibili (e di serie) solo sull’allestimento Veloce.

Come naturale per uno sport utility, la posizione di guida è abbastanza alta, ma corretta. Il comportamento è più preciso e agile rispetto alla concorrenza. Piacevole con la risposta pronta quando iniziano le curve. Tonale Veloce offre di serie sospensioni attive Dual Stage Valve con smorzamento a controllo elettronico: una chicca.

Se si viaggia nella modalità di guida Dynamic (le altre sono Normal e All Weather)  diventano più rigide, ma lasciano la possibilità, azionabili con il tasto sul selettore DNA, di  personalizzare l’assetto per adottare la soluzione preferita. Su Tonale con mild hybrid da 160 cavalli la turbina a geometria variabile contribuisce a fornire 30 cavalli in più rispetto alla versione d’ingresso della gamma. Mentre la coppia resta la stessa, 240 Nm. Con il contributo dei 20,4 cavalli del propulsore elettrico. Che è montato alla base del cambio a doppia frizione a sette marce. Prende energia dall’accumulatore da 0,8 kWh: un ricambio veloce.

Il sistema elettrificato lavora. Si va elettrici in partenza, in manovra, in colonna. Se la batteria è carica anche quando si veleggia a 60-70 km/h per qualche centinaio di metri. Nel traffico urbano viaggiare in “EV”, segnalato dal cruscotto, è frequente, anche un terzo del tempo. Piacevole sintesi tra piacere di guida e comfort, Tonale  oltre una accelerazione adeguata al suo status (0-100 in 8,8 secondi). E se la cava anche i ripresa, con percorrenze che si avvicinano ai 15 km/litro in condizioni reali: soddisfacente.

Arrivano Tonale Diesel e PHEV

Per i macinatori di chilometri c’è anchela versione col 1.6 Diesel da 130 cavalli, per i macinatori di chilometri, e tra qualche settimana arriverà la prima Alfa alla spina. Tonale plug-in hybrid, dotato della trazione elettrica Q4 e capace di una potenza di sistema di 275 cavalli. Frutto dell’abbinamento tra il 1.3 litri all’anteriore il propulsore elettrico al posteriore. La batteria da 15.5 kWh permette una autonomia di 80 km in ciclo urbano. L’accelerazione è da sportiva: 0-100 km/h in 6,2 secondi. Pronto a mostrare i muscoli, a basse emissioni.

Leggi ora: Alfa Romeo Tonale Veloce Hybrid, la prova di QN Motori

Ultima modifica: 26 Ottobre 2022

In questo articolo