Ferrari 812 Superfast, ecco perchè è così agile: i segreti dell’EPS | VIDEO

4020 0
4020 0

La Ferrari 812 Superfast è l’attuale punta di diamante della gamma di Maranello. Spinta dall’eccezionale V12 aspirato da 800 cavalli. Ma c’è molto altro tra i tanti punti di forza della supercar modenese.

Ferrari 812 Superfast, ecco perchè è così agile: i segreti dell’EPS. Ma anche il Passo Corto Virtuale.

La 812 Superfast è la prima Ferrari dotata di assistenza elettrica del carico volante (Electric Power Steering) che, viene impiegato per estendere le prestazioni ed il divertimento di guida. Integrandolo con gli altri sistemi e controlli presenti sulla vettura.
E’ stato introdotto anche il Passo Corto Virtuale 2.0 (PCV) che, forte dell’esperienza accumulata sulla F12tdF, unisce al concept meccanico costruito attorno alle dimensioni degli pneumatici e all’asse posteriore sterzante anche l’assistenza elettrica dello sterzo anteriore. Il tutto integrato nell’insieme dei sistemi di controllo veicolo basati su SSC, giunto alla versione 5.0, al fine di migliorare le prestazioni della 812 Superfast. Come l’agilità e i tempi di risposta ai transitori volante.
L’integrazione dell’EPS ha permesso agli ingegneri della Ferrari di introdurre funzionalità che supportano l’esperienza di guida performante attraverso il primo elemento di contatto con il terreno. Il volante.

  • Ferrari Peak Performance (F.P.P.). In fase sterzante il carico volante fornisce al guidatore l’indicazione che la vettura sta arrivando del limite di aderenza. Facilitando il mantenimento della miglior prestazione possibile.
  • Ferrari Power Oversteering (F.P.O.). Nel caso si averta la tendenza di sovrasterzo che avviene soprattutto al momento del power on di uscita curva, il carico volante invita il driver all’esecuzione della corretta manovra di riallineamento.

In entrambi casi le funzioni hanno lo scopo di aumentare per chi guida la sensazione di performance. Senza interferire con il controllo del volante da parte del guidatore.

 

Ultima modifica: 18 Agosto 2017

In questo articolo