Virgin Hyperloop One, il tunnel supersonico di Richard Brunson

2788 0
2788 0

Anche la Virgin di Richard Brunson è impegnata nello sviluppo dei tunnel sotterranei supersonici. Il Virgin Hyperloop One è stato testato in questi giorni nel deserto del Mojave. E’ stato costruito un prototipo di navetta ed è stato provato all’interno di una sezione di questi tunnel.

Lo scopo di questi tubi sotterranei è quello di creare collegamenti ultraveloci eliminando il traffico in superficie. Le capsule all’interno dei tunnel si muovono come su binari spinte da motori lineari a induzione e compressori d’aria. Elon Musk con la sua Boring Company sta lavorando a un progetto identico. Lo scorso anno aveva annunciato collegamenti da Washington a New York in 29 minuti.

Virgin avrebbe raggiunto i 387 km/h nei suoi test dell’Hyperloop One. In questi giorni hanno svelato il proprio “Vision 2030 Hyperloop Pod” a Mohammed bin Salman bin Abdulaziz, principe dell’Arabia Saudita. Fra Virgin e lo stato arabo potrebbe nascere una collaborazione.

Non vediamo l’ora di sviluppare una collaborazione su Virgin Hyperloop One“, ha detto il principe. “Vogliamo sviluppare innovativi sistemi di trasporto per trasformare l’Arabia Saudita da consumatore di tecnologie a innovatore“. Mohammad bin Salman sta portando avanti un progetto di economia sostenibile per un futuro non legato al petrolio. Il suo progetto si chiama “Vision 2030” con investimenti da 500 miliardi di dollari.

Virgin promette di ridurre notevolmente i tempi di spostamento da una città all’altra. Il trasferimento da Riyadh a Gedda, ad esempio, richiederebbe 76 minuti con Hyperloop One contro le classiche 10 ore. Oppure, Riyadh-Abu Dhabi in 48 minuti anziché 8 ore e mezza.

Ultima modifica: 5 Aprile 2018

In questo articolo