Mercedes-Benz: sì ai motori a combustione finché rimangono redditizi

347 0
347 0

Il numero uno del gruppo Daimler Ola Kallenius, parlando all’evento annuale del Financial Times “Future of the Car Summit”, ha chiarito un aspetto fondamentale del programma di transizione elettrica di Mercedes-Benz. Il CEO dice infatti che il marchio tedesco continuerà a produrre motori a combustione finché questi si dimostrano commercialmente redditizi, passando poi completamente all’elettrico quando tale tecnologia raggiungerà un equilibrio costi/benefici (economici) accettabile.

“Nel viaggio verso le zero emissioni, arriveremo a un punto in cui il metro di riferimento cambia, in cui la propulsione elettrica diventa la nostra principale spinta”, così ha detto Ola Kallenius, aggiungendo che nel frattempo, aspettando che l’elettrico diventi davvero il core business, Mercedes-Benz continuerà a utilizzare motori tradizionali “fintanto che il mercato li richiede”.

“Questo è il motivo per cui non abbiamo scelto artificialmente una data per una transizione completa verso l’elettrico”, dice ancora Kallenius, sottolineando la differenza con la maggior parte delle altre case automobilistiche, che da tempo annunciano quali saranno gli anni delle loro svolte green: vedi ad esempio Aston Martin, Porsche, Volvo, solo per citarne qualcuna.

Mercedes-Benz, comunque, non investirà in nuovi motori a benzina e diesel, ma riproporrà, aggiornati, propulsori già esistenti, adattandoli in modo tale da rientrare nelle più recenti normative sulle emissioni (Euro 7), affiancandoli probabilmente anche a unità elettriche con formule mild-hybrid o ibridi plug-in.

Ultima modifica: 12 maggio 2021