Volano della moto: come cambiarlo

10733 0
10733 0

Il volano è una componente meccanica della moto. Si presenta a forma di ruota o a volte anche di un disco. Generalmente è sagomato ed è fatto di acciaio pesante. Il suo obiettivo è quello di impedire che si verifichino eccessi di energia meccanica. Nel caso delle moto, il volano è calettato sull’albero motore e quindi è possibile utilizzarlo come rotore dell’alternatore. Non va inoltre dimenticato che il suo utilizzo può essere vario: per esempio persino come valvola di raffreddamento o come elemento della frizione. Più in particolare però il volano serve ad impedire che ci siano repentini cambi di velocità angolare. Serve pertanto a regolarizzare il funzionamento della coppia motrice sia in un’auto sia in una moto.

Perché si deve cambiare

Intanto va specificato che non tutti i motori hanno il volano. Lo utilizzano infatti solo quei motori che trasformano un moto lineare alternato in un moto rotatorio. La specifica va fatta anche se non vale per le moto. Per capire se il volano va cambiato basta prestare attenzione ai rumori che ne provengono. Bisogna inoltre controllare il livello di usura.

Come cambiarlo

L’operazione di sostituzione non è semplice e presuppone delle competenze meccaniche che non tutti posseggono. La cosa più normale e forse opportuna è quindi rivolgersi ad un meccanico. Ciò non toglie tuttavia che chi se la sente può provarci anche con buoni risultati.

Si consideri prima di tutto, come già detto, che il volano è costituito dal copri volano e appunto dal volano che in sé è un disco d’acciaio. In base poi alla moto il volano cambia e quindi bisogna prestare attenzione anche a questo.

Innanzitutto per procedere nell’operazione di sostituzione bisogna svitare il copri volano. Se nello smontaggio si nota che per cacciare il copri volano si fa fatica è probabile che il dado sia bloccato da un pezzo di plastica che andrà cacciato con le mani. A questo punto, facendo attenzione che il volano stia fermo, magari tenendolo appositamente bloccato, si potrà svitare il bullone che lo trattiene. Compiuta quest’operazione e liberato il volano bisognerà toglierlo. Si può procedere normalmente facendo attenzione ai magneti, oppure utilizzare un estrai-volano. Naturalmente un tale attrezzo non è in possesso di tutti e quindi semplicemente la massima attenzione. Sembra tutto troppo facile, ma proprio l’estrazione è l’operazione più complicata poiché bisogna esercitare una certa forza e in più punti.

Procedere poi con le stesse operazioni per il montaggio del nuovo.

Ultima modifica: 18 Aprile 2017