Ventola: cos’è e come funziona la ventola di raffreddamento

104980 0
104980 0

La ventola di raffreddamento è una componente importante dell’impianto di raffreddamento che ha la funzione di dissipare il calore del motore.

Nonostante i veicoli a benzina moderni siano assolutamente efficienti e non siano più caratterizzati da tutte quelle problematiche tecniche che caratterizzavano i veicoli di un passato non molto lontano, essi non sono tuttavia oggi ancora efficienti nel trasformare in energia chimica l’alimentazione meccanica. La maggior parte dell’energia contenuta nel carburante benzina viene convertita in calore (circa il 70 per cento del carburante). Il lavoro primario che viene svolto dal sistema di raffreddamento e dalla ventola è quello di disperdere il calore ed evitare il surriscaldamento del motore.

La ventola e il sistema di raffreddamento sono inoltre importanti perché un motore, a temperature non troppo elevate, ottimizza le sue prestazioni e funziona meglio.

La ventola di raffreddamento si accenderà se la temperatura dell’acqua supera il valore di taratura e se la pressione di condensazione dell’impianto di climatizzazione supera anche in questo caso un certo valore di taratura. Talvolta la ventola di raffreddamento potrebbe girare e azionarsi meccanicamente anche trascinata dall’aria della corsa, ma in tal caso non genererebbe alcun flusso aggiuntivo ma al contrario agirebbe con un’azione frenante dell’aria.

A cosa serve

La ventola del motore trasporta l’aria ambiente attraverso il radiatore del liquido di raffreddamento sul motore. La ventola viene azionata dalla cinghia trapezoidale; nel caso invece la ventola di raffreddamento sia elettrica, essa sarà comandata da un motorino elettrico che viene comandato da una sua centralina. La ventola di raffreddamento del motore è importante per garantire un flusso costante e sufficiente per il raffreddamento del liquido di raffreddamento.

Nella ventola di raffreddamento azionata tramite la cinghia, il flusso dell’aria dipenderà da quello che sarà il regime del motore. L’impianto di raffreddamento a liquido si basa sul mantenimento di una temperatura in un intervallo che dovrà essere quanto più costante possibile. Le automobili che sono caratterizzate da una trasmissione di tipo automatizzato presenteranno un circuito a parte per il raffreddamento del liquido che è presente nel radiatore. L’olio che viene impiegato nella trasmissione passerà attraverso un altro tipo di dispositivo di calore che si trova sempre all’interno dello stesso radiatore.

Il sistema di raffreddamento, per tutta una serie di motivi fin qui spiegati è fondamentale per il buon funzionamento del motore e la prevenzione dei guasti e dei malfunzionamenti. Sarà dunque importante controllare il suo funzionamento e sostituirlo qualora dovesse guastarsi.

Ultima modifica: 27 Febbraio 2018