TruCam autovelox: quant’è la multa e come fare ricorso

5601 0
5601 0

Se passi la maggior parte del tuo tempo per lavoro o per piacere sulla strada e in macchina hai di sicuro la preoccupazione dell’autovelox. Quando meno te lo aspetti infatti sbuca una telecamerina che registra il nostro passaggio e le nostre eventuali infrazioni. Si è poi passati alla normativa avanzata, secondo cui l’autovelox doveva essere segnalato. Questo per evitare che soprattutto in estate si pensasse a questo tipo di rilevamento per fare cassa. Oggi siamo di fronte ad un altro sistema. Ancora più evoluto e quindi purtroppo per noi molto sensibile. Il suo nome è TruCam autovelox. Sebbene originariamente non abbia goduto di tanta fortuna, oggi è molto diffuso nel nostro Paese. Bisogna pertanto fare attenzione, ma in particolare guidare rispettando le norme perché autovelox o no è in gioco la nostra sicurezza.

TruCam autovelox: come funziona

Si tratta in realtà di un autovelox più moderno ed evoluto che consente di rilevare eventuali infrazioni con molta più precisione ed affidabilità.

Il sistema di rilevamento individua la velocità del mezzo tramite l’invio di due impulsi a raggi infrarossi alla carrozzeria. Funziona fino ad un massimo di 600 metri e quindi non è più utile cercare la decelerazione in prossimità dell’autovelox visto che invece sarà precedente.

Se all’inizio questi moderni autovelox vedevano molti ricorsi a causa della mancanza della foto che certificasse l’avvenuta infrazioni, oggi anche questo problema è stato superato. La Corte di Cassazione ha infatti stabilito che dovesse essere scattata anche l’istantanea.

E’ possibile inoltre trovare i TruCamp in qualsiasi tipo di strada.

Quant’è la multa e quando fare ricorso

I precedenti tipi di autovelox diciamo che non aiutano troppo il TruCam. In passato infatti è accaduto spesso che le multe a seguito di ricorso fossero annullate. Ecco perché anche per la versione moderna gli automobilisti sono sempre alla ricerca di eventuali disfunzioni per chiedere l’annullamento della multa.

Ci sono tuttavia pareri discordanti a proposito della legittimità delle contravvenzioni e quindi dell’utilizzo di questo sistema di rilevamento. Secondo un’interpretazione dell’art. 345 Reg.del nuovo codice della strada per esempio, il tele laser non avrebbe le caratteristiche richieste e quindi le multe sarebbero tutte da annullare. Si è cercato di intervenire associando al tele laser un altro addetto per il reale rilevamento della velocità, ma quando ciò non si ravvisasse allora è possibile fare ricorso. Altro motivo di ricorso come già in passato potrebbe essere la mancanza di segnaletica.

Ultima modifica: 20 Aprile 2017