Trasformare un’auto vecchia in elettrica: agevolazioni e vantaggi del retrofit

5228 0
5228 0

Sapete che, se siete affascinati dalle auto elettriche ma non potete acquistarne una (i prezzi infatti non sono sempre così accessibili), potete riqualificare la vostra vecchia vettura? Grazie al decreto 1 dicembre 2015 n. 219, a partire dal 26 gennaio scorso, anche in Italia, è possibile riconvertire i veicoli a benzina, compresi autobus e autocarri fino a 3,5 tonnellate, in veicoli elettrici. Per farlo è necessario un kit di retrofit. Ma i vantaggi di avere un’auto elettrica, oltre a fare bene all’ambiente, sono tanti, scopriamo quali e come poter riqualificare la propria auto.

QUALI SONO I VANTAGGI NEL POSSEDERE UN’AUTO ELETTRICA?

Nel 2017 non sono stati previsti incentivi all’acquisto di auto elettriche, ma ciò non toglie che, vista la sensibilità sull’argomento, possa accadere per l’anno prossimo. Ma qualche vantaggio c’è: uno su tutti l’esenzione al pagamento del bollo nei primi 5 anni, come previsto dalla maggior parte delle regioni, e una riduzione di 1/4 del prezzo dal sesto. Un altro aspetto positivo è l’accesso alle ZTL di tutte le grandi città e gli sconti sull’assicurazione RCA.

RETROFIT: COME TRASFORMARE L’AUTO IN ELETTRICA

I kit retrofit consentono la trasformazione di un’auto vecchia in elettrica. Il kit, omologato e con istruzioni al montaggio, deve essere composto da motore elettrico, pacco batterie e interfaccia di rete per la successiva ricarica delle batterie. Sarà necessario poi l’aggiornamento della carta di circolazione. La Motorizzazione verificherà e proverà il veicolo riconvertito per poter dare l’ok. Il vantaggio economico è importante, perché anche i proprietari di auto inquinanti euro 0, 1, 2 e di vecchi furgoni potranno sfruttare questa possibilità.

Ultima modifica: 20 Novembre 2017