Traffico tangenziale Bologna: come evitarlo, tutte le strategie

8502 0
8502 0

Quello del traffico tangenziale Bologna è uno di quei nodi che chi è abituato a viaggiare in lungo e in largo per l’Italia, difficilmente può evitare. Sì, perché trattasi di uno snodo strategico – e di conseguenza decisamente trafficato – in cui chi percorre la A1 e deve andare da Sud a Nord, e da Nord a Sud, è costretto a passare.

Inoltre, come se non bastasse, la tangenziale di Bologna è utilizzata anche da coloro che devono recarsi fuori città o devono passare da una parte all’altra della città. Insomma, sembrerebbe essere quasi un male necessario, ma una buona notizia c’è: anche il traffico sulla tanto odiata tangenziale di Bologna può essere evitato. Vediamo come.

Questione di orari

Partiamo da un presupposto: è vero che la tangenziale di Bologna è spesso trafficata, ma è altrettanto vero che il traffico ha le sue dinamiche, anche sulla tangenziale bolognese. E, per fortuna, queste sono facilmente prevedibili, tanto che è proprio su queste previsioni che si basa la progettazione delle strade, l’eventuale allargamento del numero di corsie di tratte particolarmente congestionate.

Detto questo, quindi, per non trovarsi imbottigliati nel traffico tangenziale Bologna, si può provare a cambiare orari, anticipando o posticipando l’orario di percorrenza, evitando così di restare bloccati e fermi. Talvolta basta davvero cambiare le abitudini di 10-15 minuti per vivere una vita migliore: provare non costa nulla.

Traffico tangenziale Bologna: l’alternativa treno

In tempi in cui si parla fino allo sfinimento di impatto ambientale della mobilità e, di conseguenza, anche di inter modalità, tutti quanti dovremmo provare a cambiare le nostre abitudini, tante volte inutilmente radicate e giustificate dal solo “ho sempre fatto così”.

E allora, con l’alta velocità, la mobilità green e smart, perché non provare l’alternativa treno? Certo non per tutti è un’alternativa percorribile, ce ne rendiamo conto, ma siamo anche certi che sono in molti gli automobilisti che si ostinano a percorrere i 250 km che dividono Milano da Bologna in auto. Se tutto va bene il tempo di percorrenza è di 2 ore.

In treno, con un treno veloce, la stessa tratta si percorre in un’ora. Non vale la pena provare? Quanto ai costi, il treno non è a buon mercato, è vero: ma autostrada, carburante e stress che valore hanno?

Ultima modifica: 14 Ottobre 2019