Strisce gialle: regolamento e multe

96396 0
96396 0

La segnaletica orizzontale disegnata con strisce gialle gode di un regime particolare ed il parcheggio è vietato in quasi tutti i casi.

Le strisce gialle fanno parte di quella particolare categoria di segnaletiche denominata segnaletica orizzontale, che si differenzia nettamente dalla verticale consistente nei cartelli veri e propri. Il Codice della Strada parla chiaramente di diversi colori di strisce orizzontali a secondo dell’uso a cui sono destinate: le strisce bianche servono a delimitare in generale limiti di carreggiata o tratti stradali, le strisce blu indicano delle zone di parcheggio a pagamento, le strisce gialle delimitano delle zone in cui, invece, il parcheggio è assolutamente vietato. Ma non in tutti i casi, andiamo a scoprire in quali.

Quando è possibile parcheggiare nelle strisce gialle

  • In maniera generale si può affermare che le strisce gialle delimitano porzioni dedicate al parcheggio ma riservate a soggetti diversamente abili. Si possono distinguere due categorie di questa specifica area di parcheggio: quella detta ‘libera’ e quella ‘riservata’. Per libera si intende un’area di parcheggio riservata a soggetti diversamente abili attraverso apposita segnaletica sia orizzontale che verticale posta in luoghi di interesse comune, infatti se ne trovano nei pressi dei teatri, dei cinema come anche in zone vicine gli ingressi dei centri commerciali. Le strisce gialle riservate invece sono generalmente poste sotto casa dei soggetti diversamente abili che ne fanno apposita richiesta al proprio comune e sono dotate di segnaletica verticale recante il numero specifico di targa dell’auto che è unicamente autorizzata al parcheggio.
  • Oltre alla tutela delle categorie diversamente abili le strisce gialle vanno ad asservire ad altre funzioni come quella di delimitare zone in cui sono posti contenitori pubblici di nettezza o delimitano le porzioni di strada interessate da lavori di entità più o meno invasiva.

Quello che chiaramente è di maggiore interesse, anche per senso di rispetto civico, è la delimitazione di spazi riservati al parcheggio di soggetti diversamente abili. Coloro che parcheggiano in zone delimitate da strisce gialle vanno incontro a delle sanzioni ben specifiche.

Sanzioni previste

Le multe in senso stretto partono dalla cifra di 84,00 euro e possono arrivare alla cifra di 335,00 euro nette. Ovviamente l’aggravante dell’occultamento della segnaletica sia orizzontale che verticale fa lievitare l’importo della sanzione; nella quasi totalità dei casi è prevista anche la rimozione forzata del mezzo (specialmente per quello che riguarda la sosta in aree riservate, dotate di apposita segnaletica recante il numero di targa autorizzato al parcheggio) con la evidente conseguenza del ritiro presso la zona di parcheggio con aggravio di spese di trasporto e sosta in proporzione alla durata.

Ultima modifica: 29 giugno 2017