La storia di Niki Lauda

15304 0
15304 0

Andreas Nikolaus Lauda, chiamato anche Niki Lauda, è stato un pilota automobilistico, un imprenditore e un dirigente sportivo austriaco. Conta ben 3 vittorie mondiali in Formula 1, è stato consulente per la Ferrari, ha diretto per due stagioni la Jaguar e ha fondato tre compagnie aeree.

La biografia

Andreas Nikolaus Lauda, conosciuto come Niki Lauda, è nato il 22 febbraio del 1949 a Vienna, in Austria. I suoi genitori desideravano che lavorasse nel settore dell’industria, a capo delle aziende di famiglia. Appassionato delle auto da corsa, nel 1968, a poco più di 18 anni, corre nella sua prima gara, con la Mini Cooper S, a Mühllacken, e riesce a conquistare il secondo posto.

L’esordio del pilota in Formula Tre avviene nel 1970, quando il giovane Lauda corre a bordo di una McNamara, senza però ottenere i risultati sperati. La svolta arriva l’anno dopo, quando prende parte all’Europeo di Formula Due, al volante di una March.

Nel 1971, esordisce in Formula 1, al Gran Premio d’Austria: parte in ultima fila e un problema allo sterzo lo costringe a ritirarsi. Il 1974 è l’anno del passaggio alla Ferrari e Lauda conquista il secondo posto in Argentina. La sua prima vittoria arriva al Gran Premio di Spagna: con la Ferrari Lauda ha vinto 2 titoli mondiali nel 1975 e nel 1977. Nel 1985, alla fine della stagione, si è ritirato definitivamente.

L’incidente del 1976

Nel 1976, durante il Gran Premio di Germania, sul circuito del Nürburgring, il pilota ha un terribile incidente e rimane intrappolato nella sua Ferrari in fiamme, dopo che aveva urtato una roccia sul bordo della pista. L’italiano Arturo Merzario l’ha salvato, tirandolo fuori dall’abitacolo. Lauda ha riportato ustioni permanenti al volto e il 5 agosto è stato dichiarato fuori pericolo dai medici. Solo 42 giorni dopo l’incidente, Lauda è tornato in pista nel Gran Premio d’Italia ed è riuscito a conquistare il quarto posto.

La vita dopo la Formula 1

Terminata la carriera come pilota, Lauda diventa imprenditore dirigente sportivo e fonda tre compagnie aeree: la Lauda Air, la Niki e la Lauda Motion. Ha diretto per due stagioni la Jaguar e, nel 2012, è diventato presidente non esecutivo della Mercedes AMG F1. Si è sposato la prima volta nel 1976 con Marlene Knaus, da cui ha divorziato nel 1991. Nel 2008 ha sposato la hostess Birgit Wetzinger, che, nel 2005, gli ha donato un rene.

Il 2 agosto 2018 Lauda è stato operato a Vienna, nella clinica universitaria Akh, per un trapianto di polmoni. Il6 gennaio 2019 è stato ricoverato in terapia intensiva, a causa di una grave forma di influenza ed è stato dimesso dopo poco più di una settimana. Il 20 maggio 2019, dopo un ricovero in una clinica privata in Svizzera per dei problemi ai reni, il campione Niki Lauda è morto all’età di 70 anni.

Ultima modifica: 29 Gennaio 2022