Ritiro patente: procedure per riavere il documento di guida

5378 0
5378 0

Il ritiro patente è sicuramente una delle insidie più temute dalla gran parte degli automobilisti. Un problema che è tuttavia facilmente evitabile se si guida nel rispetto delle normative in merito di sicurezza stradale. In base all’effrazione e la conseguente sanzione le misure adottate saranno differenti.

Quando la patente viene ritirata, ciò che succede a livello pratico è che le autorità competenti prendono fisicamente in custodia il vostro documento, un atto che si può in seguito risolvere con la restituzione, la sospensione o la revoca del permesso di guida. A seconda di quale sia la misura adottata, l’iter da seguire per la restituzione sono differenti.

Ritiro patente: come riaverla

Il ritiro della patente è previsto nei casi in cui la persona alla guida venga fermata in stato di ebbrezza, quando è colto in flagrante per utilizzo del telefonino alla guida, se l’effrazione è dovuta al documento di guida scaduto e in caso di superamento dei limiti di velocità.

Come anticipato, a seconda dei casi, cambia il processo per ottenere nuovamente il documento. Partendo dall’ipotesi più semplice, ma anche la più sottovalutata dagli automobilisti, qualora il documento di guida venga ritirato perché scaduto, per tornarne in possesso basterà rifare gli esami medici previsti per il rilascio e il rinnovo. Negli altri casi, invece, il processo è un po’ più complicato.

Ritiro patente per guida in stato di ebbrezza

Se la patente, per esempio, è stata ritirata per un tasso alcolemico al di sopra dei livelli previsti dalla normativa in materia, o per guida in seguito all’uso di droghe e farmaci che inibiscano le capacità, riavere la patente non sarà così semplice, come nel caso precedente. In questo caso è possibile chiedere la trasformazione della decisione in ore di lavori socialmente utili. Inoltre, se il livello alcolico è elevato, sarà necessario sostenere un colloquio presso la sezione di medicina legale dedicata alla prevenzione. In seguito è necessario seguire un programma terapeutico, effettuare esami clinici periodici e delle sedute obbligatorie di counseling. La patente verrà restituita solamente nel in cui questo percorso venga completato con successo.

Il ritiro per eccesso di velocità, avviene quando si superano i limiti di 40/60 km orari o oltre i 60 km. In questi casi la patente viene di solito sospesa per un tempo che dipende dalla gravità del caso e, per riavere il documento, sarà necessario attendere la fine di questo intervallo e rivolgersi alla motorizzazione civile.

Nel caso in cui si ritenga che la sanzione non sia corretta, si ha la possibilità di presentare ricorso al Prefetto o al Giudice di Pace.

Ultima modifica: 3 Ottobre 2019