Ritiro patente per eccesso velocità nei neopatentati

614 0
614 0

Il ritiro patente per eccesso di velocità coinvolge ogni anno numerosi neopatentati. Chi ha conseguito la patente A, A2, B o B1 da meno di 3 anni è costretto a rispettare limitazioni molto rigide. Tale condizione, insieme alla scarsa esperienza alla guida, fa sì che i neopatentati commettano infrazioni del Codice della Strada con più frequenza rispetto ai normali automobilisti.

I limiti di velocità per neopatentati e ritiro patente

Il Codice della Strada, all’articolo 17, stabilisce che i neopatentati sono tenuti a rispettare specifici limiti di velocità: 100 km/h in autostrada e 90 km/h sulle strade extraurbane principali. Queste limitazioni valgono dal momento in cui è stata conseguita la patente e fino ai 3 anni successivi.

Come tutti gli altri automobilisti, inoltre, i neopatentati sono tenuti a rispettare il limite di 50 km/h sulle strade urbane e nei centri abitati e il limite di 90 km/h sulle strade extraurbane secondarie. Decorsi 3 anni dal conseguimento della patente, il neopatentato non è più considerato tale dalla Legge e per lui entrano in vigore i limiti di velocità generali previsti per tutti gli automobilisti con esperienza alla guida: 130 km/h in autostrada e 110 km/h sulle strade extraurbane principali.

Neopatentati ed eccesso di velocità: quando è previsto il ritiro patente?

Il neopatentato che non rispetta i limiti di velocità imposti dal Codice della Strada va incontro ad una serie di multe e sanzioni accessorie che, se accumulate nel tempo, possono portare al ritiro della patente di guida. Le multe e le sanzioni variano a seconda dell’infrazione commessa.

Le multe partono, generalmente, da 161€, mentre le sanzioni previste sono molto rigide perché comportano la decurtazione dei punti dalla patente. A questo riguardo, è bene ricordare che la decurtazione dei punti dalla patente di guida, nel caso dei neopatentati, è doppia rispetto a quella che applica per gli automobilisti che hanno più di 3 anni di esperienza.

Nello specifico, vengono decurtati 6 punti quando il superamento dei limiti di velocità è compreso tra i 10 e i 40 km/h, 12 punti quando il superamento dei limiti di velocità è compreso tra i 40 e i 60 km/h e 20 punti quando il superamento dei limiti di velocità è superiore ai 60 km/h. La decurtazione dei punti è la causa principale che può portare al ritiro patente per i neopatentati.

Altre infrazioni della strada per le quali è prevista la doppia decurtazione dei punti sulla patente sono: dispositivi di illuminazione spenti nei momenti in cui è prevista l’accensione, svolte non segnalate o cambi irregolari di corsia, mancato rispetto dell’obbligo di dare precedenza, mancato rispetto della distanza di sicurezza, circolazione contromano non in curva o in curva e in condizioni di scarsa visibilità e inversione di marcia dove non consentito.

 

Ultima modifica: 12 novembre 2021