Pneumatici auto: come smaltirli

541 0
541 0

Gli pneumatici auto, una volta arrivate alla fine del loro ciclo di vita, non possono più essere utilizzate. Lo smaltimento degli pneumatici è un processo normato e controllato dalla legge. Lo scopo è quello di ridurre danni all’ambiente e alla persona. Vediamo quindi qual è la maniera corretta di smaltimento dei PFU, a chi rivolgersi, e quali alternative sostenibili si possono ottenere.

A chi rivolgersi per lo smaltimento pneumatici auto

I PFU, ovvero i cosiddetti “pneumatici fuori uso” sono considerati rifiuti, in quanto non più adatti a prestare il loro servizio sui mezzi. Una volta giunti alla fine della loro vita, gli pneumatici devono essere smaltiti seguendo normative precise. L’abbandono o lo smaltimento illegale degli pneumatici auto è infatti vietato, in quanto, se bruciati, danneggiano non solo l’ambiente, ma anche la salute umana.

I soggetti responsabili della gestione dei PFU sono ditte specializzate. A monte, sono i gommisti a cui ci si deve rivolgere, in quanto loro sono gli addetti alla raccolta di pneumatici fuori uso e al contatto con i consorzi e le società di smaltimento.

Il costo di smaltimento di pneumatici auto fuori uso è già compreso nell’iniziale spesa del loro acquisto. Il ritiro da parte del gommista risulta invece gratuito. Il costo di smaltimento dipende dal peso e dalle dimensioni degli pneumatici.

Il processo di smaltimento dei PFU deve essere conosciuto, onde evitare sanzioni o danni all’ambiente. I passaggi da rispettare sono scrupolosi e la partecipazione di tutti ne ottimizza il recupero, favorendo anche la sostenibilità.

Riciclo e recupero degli pneumatici: soluzioni sostenibili 

Se correttamente smaltiti, i PFU possono essere destinati a due scopi:

  • il riciclo: sempre più aziende specializzate, sono in grado di frantumare la gomma in particelle per ottenere nuovi materiali destinati a diventare nuove gomme, acciaio, fibre tessili. Il processo di riciclo prevede diverse fasi di stoccaggio, frantumazione e recupero dei materiali;
  • il recupero come energia: esistono impianti ad hoc, per esempio cementifici, che utilizzano il potere calorifico dei PFU per produrre energia. Questo processo rilascia minori emissioni nell’ambiente rispetto al carbone.

Queste soluzioni di smaltimento sono eco-sostenibili e sempre più aziende se ne stanno occupando. Grazie al riciclo delle gomme e al recupero di materiali, si possono produrre soluzioni innovative e sostenibili da applicare in diversi settori: edilizia, pavimentazioni, strade e infrastrutture, oggettistica e design.

Un’alternativa a queste soluzioni, dando sfogo alla fantasia, gli pneumatici possono essere riusati in modo diverso. Seguendo idee creative, ognuno può usare i PFU trasformandoli in vasi, fioriere, tavolini d’appoggio o cucce per animali.

Ultima modifica: 23 Settembre 2022