Parabrezza auto: come pulirlo

1549 0
1549 0

Insetti, polvere, sabbia e altra sporcizia assortita possono lordare il parabrezza auto e dare una pessima immagine di chi la guida. Naturalmente, non deve esser così e, con un po’ di sano olio di gomito e qualche prodotto fatto apposta, il parabrezza auto può tornare a brillare in men che non si dica. É anche una questione di sicurezza, oltre che di pulizia. Qui di seguito ti diamo alcune indicazioni su come pulire il parabrezza auto.

Passaggi per la pulizia del parabrezza auto

In primo luogo, solleva i tergicristalli. Prima di spruzzarli con un qualunque detergente, assicurati che siano puliti e assicurati di tenerli sollevati per tutto il tempo che impiegherai a pulire il vetro del parabrezza.

Dopodichè, è il momento di applicare un prodotto per la pulizia dei cristalli. Scegli il lato dal quale incominciare e cerca di usare il prodotto in maniera tale da raggiungere la superficie la più larga possibile. Di solito due o tre spruzzi bastano ma, se il parabrezza auto è di quelli belli grandi, potrebbe essere necessario applicare più prodotto.

Strofina il vetro con movimenti in linea retta e verticali. Con uno straccio in mano, estendi il braccio verso la parte superiore del vetro e poi fallo scendere verso il basso con un movimento verticale. Dopodiché riporti il panno al punto di partenza ma, stavolta, un po’ spostato verso l’area rimasta da pulire e ripeti il movimento verticale verso il basso.

Se non siete molto alti (o se si tratta di un grosso SUV), e riscontrate problemi a raggiungere il centro del parabrezza auto, non fatevi problemi: usa uno sgabello o un altro appoggio stabile.

L’asciugatura

Adesso si tratta di asciugare. A questo punto dovrete procedere con movimenti ancora rettilinei ma, stavolta, orizzontali. Completata la procedura descritta sopra su un lato, spostatevi sull’altro e ripetete pari pari ciò che è stato fatto.

Se su una certa area dovete passare più di una volta, fate sempre movimenti rettilinei avanti e indietro. Non eseguite movimenti circolari, più adatti a lucidare: in caso contrario possono rimanere delle striature poco simpatiche sul vetro.

Per lucidare, movimenti circolari

Adesso è il momento di lucidare. I movimenti rettilinei che abbiamo descritto fino a qui servono a eliminare lo sporco e il detergente ma, quando è il momento di lucidare, come già anticipato, allora i gesti debbono essere circolari.

Cambiate lo straccio che avete adoperato fino a qua con uno nuovo e pulito. Se il parabrezza è grande, ci potrebbe volere più di un panno in microfibra. Sii metodico: comincia su una metà e poi passa all’altra, finché non vedrai brillare tutta la superficie.

Ultima modifica: 19 Novembre 2018