Lunotto rotto: rischi e sanzioni

13285 0
13285 0

Circolare con il lunotto rotto, oltre ad essere un pericolo per la buona circolazione del veicolo, è anche un’infrazione del Codice della strada.
Lunotto o parabrezza rotto: un problema molto comune che può costare davvero caro, specie per le multe “salate” che possono essere irrogate in caso di controllo da parte della Polizia, Vigili urbani e Carabinieri.
Si tratta di sanzioni amministrative di importo variabile che variano dagli 80 ai 120 euro, oltre alla “naturale” decurtazione dei punti sulla propria patente di guida.
Nonostante questo, però, la stragrande maggioranza degli automobilisti non fa sistemare e riparare il lunotto mettendo a repentaglio anche la sicurezza nella circolazione degli altri automobilisti e dei passeggeri.
Si pensi che da una ricerca condotta in merito: su ben 40 milioni di auto circolanti sul nostro territorio nazionale, ogni anno circa 2 sono i milioni di veicoli che subiscono la rottura di un lunotto.
Di questi circa 1,2 milioni di guidatori si attiva nel mettere in sicurezza e nel fare riparare il lunotto danneggiato. Una cifra che lascia perplessità e comporta anche una sorta di “allarmismo” dato che, circolare a bordo di un’auto con un lunotto rotto, potrebbe arrecare danni ingenti e gravi agli altri guidatori ed a i passeggeri.
I motivi della rottura di un lunotto possono essere molteplici e di varia natura: un sassolino scagliato dall’auto che procede a velocità sostenuta, uno shock termico, si pensi all’azione del sistema di sbrinamento del veicolo.
In ogni caso la rottura di un lunotto rappresenta un’infrazione del Codice della strada (cifrare articoli 71, 79, 80, 175 e 126-bis), che comporta le relative sanzioni. Occorre controllare con maggiore frequenza i lunotti della propria auto, rivolgendosi sempre ad un centro specializzato.
La corretta manutenzione dei lunotti e la loro riparazione o sostituzione in caso di rottura è, oggi più di ieri, impellente ed importante per evitare, in primis, decurtazioni dei punti sulla patente di guida del guidatore ma, anche contravvenzioni che potrebbero incrementare ed incidere profondamente sulla spesa da sostenere.
Sicuramente pagare la multa e l’ammenda irrogata ha costi, di certo, più esosi che pagare la sostituzione del lunotto rotto.
Circolare con un lunotto fratturato o rotto è molto pericoloso perché significa circolare a bordo di un veicolo il cui parabrezza potrebbe frantumarsi da un momento all’altro e le schegge di cristallo potrebbero arrecare danni, anche permanenti, ai passeggeri ed altri guidatori e motociclisti.
Correre il rischio di circolare a bordo di un veicolo con lunotto rotto, non ne vale la pena; occorre immediatamente attivarsi per procedere con la corretta sostituzione.

Ultima modifica: 21 Agosto 2017