Ingombro della carreggiata informazioni utili

4142 0
4142 0

Restare con l’auto in panne nel mezzo della carreggiata senza riuscire a metterla in sicurezza. Una situazione davvero spiacevole che può accadere a chiunque. Sarebbe opportuno evitare di ostinarsi a guidare il mezzo in strada nella speranza il più delle volte vana che riprenda a marciare regolarmente. Ma se per ragioni indipendenti dalla nostra volontà la vettura dovesse arrestarsi all’improvviso o restare comunque piantata laddove stanno per sopraggiungere altre automobili? Eccovi le informazioni utili nel caso si verifichi un ingombro della carreggiata.

Ingombro della carreggiata: cosa prevede la legge?

La fattispecie “Ingombro della carreggiata” è specificamente disciplinata al titolo V del Codice della Strada (Norme di comportamento) all’articolo 161. Che recita: “Nel caso di ingombro della carreggiata per avaria del veicolo, per caduta del carico o per qualsiasi altra causa, il conducente, al fine di evitare ogni pericolo per il traffico sopraggiungente, deve sollecitamente rendere libero per quanto possibile il transito provvedendo a rimuovere l’ingombro e a spingere il veicolo fuori della carreggiata o, se ciò non è possibile, a collocarlo sul margine destro della carreggiata e parallelamente all’asse di essa”. “L’utente – stabilisce il medesimo articolo di legge al comma 3 – deve provvedere a segnalare il pericolo o l’intralcio agli utenti mediante apposito segnale o, in mancanza, con altri mezzi idonei”.

Il segnale cui fa riferimento la legge è quello celeberrimo in dotazione obbligatoriamente a tutti i veicoli, il famoso triangolo rosso visibile sia di giorno che di notte. Più esattamente un “segnale mobile di pericolo di forma triangolare, rivestito di materiale retroriflettente e munito di un apposito sostegno che ne consenta l’appoggio sul piano stradale in posizione pressoché verticale in modo da garantirne la visibilità” come prescrive l’articolo 152 del Codice. Che precisa ulteriormente: “Qualora il veicolo non sia dotato dell’apposito segnale, il conducente deve provvedere in altro modo a presegnalare efficacemente l’ostacolo”.

Mai dimenticare il giubbotto

Veniamo dunque ai consigli operativi. Il triangolo deve essere posizionato sulla stessa direttrice del veicolo fermo o del materiale che fa da ingombro o insidia sulla carreggiata. Il segnale va posto per legge a una distanza minima di 50 metri dal punto. Sulle strade extraurbane principali e sulle autostrade va posto ad almeno 100 metri. Ma si tratta comunque di un’operazione da compiere in assoluta sicurezza, sia per sè che per gli altri utenti della strada.

Pertanto, dal 1 gennaio 2004 è divenuto obbligatorio indossare il giubbotto di sicurezza in materiale riflettente ad alta visibilità, da non dimenticare mai anche per le conseguenze penali e civili dell’eventuale mancato utilizzo. E’ importante non restare accanto al veicolo fermo sul margine della carreggiata, soprattutto ci si trova su strade extraurbane o autostrade. Ma che fare qualora non si fosse riusciti a liberare la carreggiata? In tal caso è necessario e obbligatorio informare immediatamente le autorità competenti (al numero 112). Quindi mettersi in sicurezza ma restare in attesa di eventuali contatti sulla propria utenza telefonica da parte delle autorità.

Ultima modifica: 2 Gennaio 2020